Krafth: “Il mio obiettivo è diventare uno dei migliori terzini della Serie A”

Tempo di Lettura: 2 minuti

Lo scorso anno, appena arrivato, si era presentato dicendo di voler diventare il miglior terzino della Serie A. Emil Krafth ha poi dovuto fare i conti con un serio infortunio alla schiena e con altri guai che gli hanno fatto chiudere il campionato con appena quattro apparizioni. Lo svedese è ora pronto per riprendersi il tempo perduto: «Spero che la prossima sia una stagione positiva – ha spiegato oggi in conferenza stampa a Kitzbuhel – per me e per tutti i ragazzi. Credo che il nostro sia un ottimo gruppo con diversi nuovi giocatori davvero molto interessanti, sono convinto che faremo meglio dell’anno scorso. Quello di ieri è stato un test molto importante per me, ora riesco a giocare novanta minuti senza sentire dolore. Quando non capisco qualcosa il mister mi parla in inglese, ma di solito in allenamento recepisco tutto anche se mi parlano in italiano: ancora faccio un po’ fatica nella parte sociale». Un appello prova comunque a farlo nella nostra lingua: «Spero che i tifosi vengano in tanti allo stadio».
Riguardo ai suoi obiettivi, ha poi ribadito: «Voglio diventare uno dei migliori terzini destri della Serie A, so cosa sono in grado di fare e l’importante è non avere infortuni. Mi ci vorrà un po’ di tempo, ma quello resta il mio obiettivo fisso». C’è poi spazio anche per una curiosità: «I miei compagni hanno iniziato a chiamarmi Thor, sinceramente non so il perché. Credo che il primo a chiamarmi così sia stato Adam Masina e da quel momento l’hanno fatto tutti». Inevitabile, infine, parlare delle sue condizioni, con Krafth che non nasconde di aver passato momenti davvero difficili: «Tutte le esperienze aiutano a crescere, la cosa che più conta è che adesso sto bene, mi sento in forma».
Anche oggi, intanto, i rossoblù hanno svolto una doppia seduta di allenamento al campo di Going am Wilden Kaiser. Al mattino il gruppo è stato diviso in due: chi ha giocato l’amichevole di ieri ha svolto lavoro di scarico in palestra, lavoro regolare per gli altri. Nel pomeriggio, invece, tutti riuniti per esercitazioni tecnico-tattiche partitella a ranghi misti. Per la giornata di domani è previsto un solo allenamento, a partire come di consueto dalle 9:30.