Sempre e Comunque
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

Presentazione ufficiale di Ladislav Krejci

Krejčí: “Onorato di essere qui, gol e assist sono la mia prerogativa”

Con l’inglese zoppica, e pure tanto, ma sul campo ci auguriamo tutti di vederlo presto sfrecciare sulla fascia sinistra. Poche parole e molta timidezza per Ladislav Krejčí nel giorno della sua presentazione ufficiale come nuovo giocatore del Bologna, avvenuta questo pomeriggio nel ritiro di Castelrotto. A fare gli onori di casa il club manager Marco Di Vaio, che ha introdotto così l’ex Sparta Praga: «Si tratta di un giocatore di livello internazionale, che vanta già diverse presenze in Champions ed Europa League. Ha caratteristiche importanti e può adattarsi a vari moduli, segna e fa segnare, per noi rappresentava un obiettivo primario e siamo felici di essere riusciti a portarlo qui». Di seguito, suddivise per argomenti principali, le dichiarazioni rilasciate dal laterale classe 1992 della Repubblica Ceca, che ha firmato un contratto fino al 2020.

Ruolo e caratteristiche – «Ho sempre giocato sulla fascia sinistra, non mi risparmio in fase di copertura ma le mie caratteristiche sono prettamente offensive. Nel match di Europa League contro la Lazio l’allenatore mi ha schierato come seconda punta per alzare il pressing, ma di base sono un esterno».

Statistiche importanti – «I gol e gli assist sono una mia prerogativa, spero di farne tanti per aiutare la squadra a raggiungere i suoi obiettivi».

L’Italia dopo lo Sparta Praga – «Sono contento e onorato di far parte del Bologna. La Serie A è un grande campionato e ho sempre sognato di giocarci».

L’idolo – «Fin da piccolo è sempre stato il mio connazionale Pavel Nedved».

Euro 2016, esperienza sfortunata – «Un vero peccato non essere riusciti a superare il girone, la sconfitta con la Turchia è stata pesante».

Il tatuaggio sul braccio destro – «Rappresenta un guerriero ceco».

Il soprannome – «Krejda, una sorta di nomignolo».