Sempre e Comunque
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

Mihajlovic:

Mihajlovic: “Niente calcoli o tabelle, andiamo in campo per fare punti. Il Toro di oggi è più forte di quello che allenavo io”

Di seguito, suddivise per argomenti principali, le dichiarazioni rilasciate dal tecnico rossoblù Sinisa Mihajlovic questa mattina in conferenza stampa a Casteldebole, alla vigilia di Torino-Bologna.

Obiettivi importanti – «Per le prestazioni offerte, a partire da quella contro l’Inter, avremmo meritato qualche punto in più in classifica. Domani affronteremo una squadra in lotta per l’Europa, ma anche noi abbiamo un obiettivo importante da centrare».

Passato granata – «Non riporto mai alla stampa quello che ho da dire ai miei ex giocatori, se avrò qualcosa da dire a loro o a Cairo lo farò domani faccia a faccia».

Un ‘Gallo’ speciale – «Belotti è un ottimo ragazzo a cui sono affezionato, sono contento quando segna perché so quanto soffre quando non ci riesce. È un giocatore molto generoso, bravo a far salire la squadra e a trovare la porta, dovremo essere molto attenti a non lasciargli spazio».

Torino di ieri e di oggi – «Mazzarri ha a disposizione elementi che si adattano molto bene al suo gioco ed è stato bravo a metterli insieme, in generale credo che il Toro di oggi sia più forte di quello che allenavo io».

Destro al 50% – «Cerco sempre di non schierare dal primo minuto giocatori che so di dover cambiare a partita in corso. Destro al momento non ha i 90 minuti nelle gambe, forse non ne ha neppure 45».

Gerarchie in difesa – «Calabresi è un ragazzo straordinario, sempre positivo. Lo vedo come uno dei centrali di una difesa a tre, nel nostro modulo potrebbe fare il terzino. Ad oggi i miei centrali titolari sono Danilo e Lyanco, e questo Gonzalez lo sa, se vorrà cogliere l’opportunità di andare in America e giocare con continuità farà bene a farlo».

Raddrizziamo la mira – «Dzemaili è un giocatore di grande esperienza che si è sempre allenato bene, la mira verso la porta non sta mancando solo a lui. Nelle scorse settimane ho fatto presente a tutti, e non solo a Blerim, che forse erano un po’ distratti, e mi hanno subito dato tutti delle risposte positive».

Giovani esterni crescono – «Orsolini è un altro che pecca in concentrazione ma è giovane e ci può stare, contro il Cagliari è entrato bene in partita. Edera? Potrebbe entrare a gara in corso, in settimana ha dovuto smaltire un piccolo fastidio alla spalla».

Bolognajax – «Le parole di Dijks sulla nostra mentalità simile a quella dell’Ajax? Sì, se avessimo anche Tadic (ride, ndr). La squadra ha certamente cambiato il suo modo di giocare, da quando sono qui l’approccio è sempre stato quello giusto».

Lotta salvezza – «Non facciamo nessun calcolo e non guardiamo nessuna tabella, pensiamo solo a noi stessi e a fare più punti possibile».