Sempre e Comunque
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

Di Vaio:

Di Vaio: “Seguivamo Romagnoli da anni. Dobbiamo prendere coscienza della nostra forza, a Milano per riscattarci”

A margine della presentazione ufficiale del nuovo acquisto Simone Romagnoli, andata in scena oggi pomeriggio nella sala stampa di Casteldebole, il club manager del Bologna Marco Di Vaio ha rilasciato alcune dichiarazioni in merito alla trattativa che ha portato il difensore cremonese sotto le Due Torri, per poi analizzare il momento attuale dei rossoblù, attesi dalla delicata sfida sul campo dell’Inter:

Affare last minute – «Conosciamo bene le qualità di Romagnoli, avevamo iniziato a seguirlo proprio nell’anno della promozione in Serie A, quando lui giocava a Carpi. L’idea di portarlo qui è nata l’ultimo giorno di mercato, perché avevamo già liberato Paz ma di lì a poco Maietta ci ha comunicato la sua volontà di trasferirsi a Empoli. Simone nel frattempo si stava allenando in Toscana, e proprio al termine della seduta gli hanno comunicato che stava per essere ceduto al Bologna».

Brutto stop nel derby – «La Fiorentina ci ha fatto giocare meno del Napoli, nel complesso nessuno meritava di vincere quella che è stata una partita brutta da vedere e interpretata male da entrambe le squadre».

Nella tana di un’Inter ferita – «Domenica a Milano, per un pronto riscatto, ci aspettiamo una forte presa di coscienza da parte dei ragazzi. Sarà una partita complicata, considerando che anche loro stanno attraversando momento difficile, ma dobbiamo guardare in casa nostra».

Ritrovare fiducia – «Dobbiamo ricordarci di aver giocato bene al San Paolo, così come all’andata con l’Inter, prendere coscienza della nostra forza e raccogliere i frutti del lavoro quotidiano. Il salto di qualità fatica ad arrivare, è vero, ma siamo sulla strada giusta».