Al Duhail piegato a fatica 3-2, Petkovic e Falco firmano la rimonta del Bologna nella ripresa

Al Duhail piegato a fatica 3-2, Petkovic e Falco firmano la rimonta del Bologna nella ripresa

Seconda amichevole nel ritiro austriaco di Sankt Johann per il Bologna, che al Koasastadion affronta l’Al Duhail Doha, club campione del Qatar. Consueto 4-2-3-1 per Donadoni, che nell’undici titolare dà spazio ai giocatori meno utilizzati nel test di lunedì contro il Colonia: fra i pali c’è Santurro, al centro della difesa la coppia Gonzalez-Gastaldello, in mediana Crisetig e Taider, sulla trequarti Nagy e di punta Destro, ormai pienamente recuperato dopo il fastidio al piede avvertito a Castelrotto e il conseguente stop di una settimana.
Avvio di gara piuttosto complesso per i rossoblù, con tanta imprecisione e una palese difficoltà nel mantenere la giusta distanza fra i reparti. Decisamente meglio la squadra di Belmadi, che al 4’ sfiora il gol con un diagonale di Abdulrahman da dentro l’area bloccato da Santurro, e al 13’ trova il vantaggio grazie ad una botta di Msakni su preciso assist di El Arabi, ex centravanti di Caen e Granada. Il primo squillo di marca felsinea è una rasoiata di Okwonkwo al 16’ che si perde di poco a lato, una sorta di preludio all’azione che tre minuti dopo porta al pareggio: Nagy ruba palla a centrocampo e tocca per Destro, il cross del numero 10 è preciso e favorisce la zampata da sottomisura di Krejci, che trafigge Kalifa. Si tratta però di un fuoco di paglia, perché al 26’ il già citato El Arabi viene lanciato in verticale, si libera in dribbling di Gonzalez e deposita la sfera nel sacco a tu per tu con Santurro. Da quel momento in avanti accade poco o nulla, fatta eccezione per un tiro di Destro quasi allo scadere che termina sul fondo.
Fra l’intervallo e l’inizio del secondo tempo il Bologna cambia volto ma la situazione resta pressoché immutata, con nessuna occasione da rete e la noia a farla da padrone. Qualche giocata di Falletti prova a riaccendere la luce, e la prima conclusione verso la porta avversaria è proprio del fantasista uruguaiano, che al 20’ sfiora la traversa dal limite. Vista la difficoltà nel costruire azioni pericolose, i rossoblù si affidano ai calci piazzati, ed è magistrale quello con cui Petkovic riporta in match in parità al 25’ da circa venti metri. Una volta trovato il 2-2 gli uomini di Donadoni si scuotono e al 28’ colpiscono ancora, questa volta muovendo benissimo la sfera da una parte all’altra del campo: lancio di Donsah per Mounier, tacco del francese per Krejci, cross del ceco per Nagy, appoggio dell’ungherese per Falco e mancino vincente dell’ex Benevento a fil di palo. Al 37’ c’è spazio per un’altra bella iniziativa di Falco che non trova uguale fortuna, mentre nel recupero è Santurro a sventare in uscita alta gli ultimi assalti dell’Al Duhail. Formazione sperimentale, poca lucidità, tanti errori, troppa sofferenza, ma alla fine vince il Bologna.

IL TABELLINO

BOLOGNA (4-2-3-1): Santurro; Torosidis (1’ st Mounier), Gonzalez (1’ st Maietta), Gastaldello, Helander; Crisetig (8’ st Donsah), Taider (8’ st Falco); Okwonkwo (8’ st Falletti), Nagy, Krejci; Destro (1’ st Petkovic).
All.: Donadoni

AL DUHAIL (4-2-3-1): Kalifa (1’ st Lecomte); Moussa, Abkar (36’ st Fahad), Mendes, Muftah; Marton (13’ st Radouante), Hisham; Msakni, Tae-Hee, Abdulrahman; El Arabi.
All.: Belmadi

Arbitro: Hofer (Austria)
Ammoniti: 19’ st Falco (B)
Espulsi:
Marcatori: 13’ pt Msakni (A), 19’ pt Krejci (B), 26’ pt El Arabi (A), 25’ st Petkovic (B), 28’ st Falco (B)
Recupero: 0’ pt, 3’ st
Note: 
circa 300 spettatori

© Riproduzione Riservata

Foto: bolognafc.it