Bologna non pervenuto, l'Hoffenheim si impone 3-0. Brutto infortunio per Falletti

Bologna non pervenuto, l’Hoffenheim si impone 3-0. Brutto infortunio per Falletti

Doveva essere una festa dal profumo d’Europa, un test importante per tracciare un primo bilancio a poco più di una settimana dall’esordio ufficiale in Coppa Italia, ma la sfida di Sinsheim contro l’Hoffenheim si è ben presto trasformata in una sorta di incubo per il Bologna, piegato 3-0 senza possibilità di replica.
Fa acqua da tutte le parti il 4-2-3-1 di Donadoni, con i nuovi acquisti De Maio e Gonzalez a formare una spaesata coppia di centrali difensivi, Poli e Pulgar molto morbidi in mediana e Destro lasciato solo a fare la guerra contro i colossi della retroguardia avversaria. Ordinaria amministrazione, sul versante opposto, per gli uomini del trentenne allenatore prodigio Nagelsmann, che a metà agosto se la vedranno con il Liverpool nei preliminari di Champions League. A completare l’opera ci si mette anche l’arbitro Cortus, che al 10’ non espelle Hubner per un intervento killer su Falletti (fuori dal campo in lacrime e rilevato da Nagy, l’unico a salvarsi insieme a Mirante), ma si dimostra fin troppo severo al 30’, quando mostra il cartellino rosso a Torosidis per un presunto fallo di reazione su Zuber.
Nel mezzo le due reti dei tedeschi, al 16’ con un’incornata di Kaderabek su involontaria sponda aerea di Pulgar (azione da palla inattiva, come accaduto contro il Colonia) e al 19’ con un rasoterra di Rupp su assist al bacio del talentino Gnabry, in prestito dal Bayern Monaco. E i rossoblù? Non pervenuti, forse scossi dal brutto infortunio occorso al fantasista ex Ternana, certamente in enorme difficoltà sul piano mentale ancor prima che su quello fisico. Bisogna infatti aspettare il 9’ della ripresa per ammirare una conclusione verso la porta di Baumann, la scaglia Verdi su imbeccata di Destro ma il portiere dell’Hoffenheim respinge e Di Francesco appoggia sul fondo la ribattuta. Passato lo spavento, se così può essere definito, i padroni di casa si rituffano in avanti e al 15’ trovano anche il 3-0 con il già citato Gnabry, spina nel fianco costante al pari del talentuoso numero 10 Demirbay, che entra in area e batte Mirante in diagonale.
Prove di difesa a tre per Donadoni nell’ultima mezzora, ma le cose se possibile peggiorano, con i tedeschi a imperversare in lungo e in largo e a sfiorare ripetutamente il poker. Dall’altra parte Krejci, lanciato in solitaria davanti a Baumann al 31’, attende un’eternità prima di calciare e si fa recuperare da Vogt, strozzando in malo modo il tiro. Riassumendo, l’inferiorità numerica è un fattore assai pesante, ma la sensazione lasciata dal match della Rhein-Neckar-Arena è che oggi Verdi e compagni avrebbero fatto fatica anche con due o tre elementi in più.
Difficile commentare una prestazione del genere, perché in questa fase della preparazione non si possono fare drammi ma non si può nemmeno declassare una figuraccia simile a piccolo incidente di percorso contro un avversario di rango superiore. L’Hoffenheim è un’ottima squadra ed è già in forma smagliante, certo, ma il vero Bologna non può essere questo. E il discorso vale per tutti, dai giocatori all’allenatore, per arrivare alla dirigenza, chiamata a ritoccare una rosa che in alcuni ruoli chiave continua a manifestare le lacune della scorsa stagione. Il tempo per migliorare e non cadere negli errori del recente passato c’è, in ogni settore. Con un pensiero affettuoso a Falletti e Avenatti, amici sfortunati a cui il destino sembra voler rovinare quel bellissimo sogno chiamato Serie A.

IL TABELLINO

HOFFENHEIM (3-5-2): Baumann; Nordveit, Hubner, Vogt (30’ st Kobel); Zuber, Demirbay (30’ st Hack), Geiger (30’ st Ochs), Rupp, Kaderabek; Gnabry (35’ st Akpoguma), Uth.
All.: Nagelsmann

BOLOGNA (4-2-3-1): Mirante; Torosidis, De Maio, Gonzalez, Masina (17’ st Helander); Poli (25’ st Donsah), Pulgar; Verdi, Falletti (10’ pt Nagy), Di Francesco (12’ st Krejci); Destro (12’ st Petkovic).
All.: Donadoni

Arbitro: Cortus (Germania)
Ammoniti: 12’ pt Destro (B), 12’ pt Rupp (B), 38’ pt Di Francesco (B), 18′ st Poli (B), 33’ st Uth (H)
Espulsi: 30’ pt Torosidis (B)
Marcatori: 16’ pt Kaderabek (H), 19’ pt Rupp (H), 15’ st Gnabry (H)
Recupero: 1’ pt, 0’ st
Note: 12.887 spettatori

© Riproduzione Riservata

Foto: bolognafc.it