Cassano non demorde:

Cassano non demorde: “Bologna mi stuzzica, mi piacerebbe essere allenato di nuovo da Donadoni”

Antonio Cassano, nel corso di una lunga intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport, è tornato a parlare del suo futuro, chiamando ancora una volta in causa il Bologna e Roberto Donadoni, con cui si era lasciato malissimo ai tempi di Parma. «Ora sono un po’ sovrappeso – spiega il fantasista barese − ma comincerò presto ad allenarmi perché fra due mesi voglio tornare. Con il passare del tempo sono convinto di poter essere ancora protagonista, in caso contrario smetterò subito perché non voglio chiudere la carriera come fossi una comparsa». Poi aggiunge: «Già a Gennaio ho avuto offerte, ma non mi sentivo fisicamente in grado di accettare e ho preferito non bruciarmi. Lavorare con la Primavera della Samp mi aveva ridato entusiasmo, ora chiederò all’Entella di potermi allenare con i loro giovani». Infine Fantantonio, 35 anni il prossimo 12 luglio, rivela: «Mi stuzzicano Udinese, Bologna, Sassuolo o l’Hellas, se venisse promosso. In B andrei solo per qualcosa di storico, come portare nella massima serie l’Entella. Donadoni? L’ho offeso ai tempi di Parma, gli ho porto le mie scuse: mi piacerebbe essere allenato di nuovo da lui».