Centro Bologna Clubs:

CBC, Futuro Rossoblù e Cenacolo Rossoblù: “Il Bologna ci tutelerà in merito allo scudetto del 1927”

Nella serata di ieri è stato diramato un comunicato congiunto delle associazioni Centro Bologna Clubs, Futuro Rossoblù e Club Cenacolo Rossoblù in merito allo scudetto del 1926/27, revocato al Torino e mai assegnato alla formazione felsinea, seconda classificata in quella stagione. Di seguito il testo integrale, in cui si rende nota la disponibilità del Bologna a tutelare il club stesso, la sua storia e la tifoseria davanti alla Federcalcio.

«Rendiamo ufficiale la volontà del Bologna FC 1909 di tutelare la società rossoblù, il suo palmarès e i suoi tifosi davanti alla FIGC per l’assegnazione dello scudetto del 1926/27.
In un incontro avvenuto martedì 6 giugno 2017 a Casteldebole, il general manager del Bologna FC 1909 Claudio Fenucci ha accolto le richieste della tifoseria rossoblù ed ha preso impegno di attivare tutte le tutele legali possibili per salvaguardare le legittime aspettative bolognesi davanti alla FIGC; ciò è avvenuto alla presenza dei rappresentanti del club cenacolo rossoblù Luigi Colletti e Germano Poli, del presidente del Centro Bologna Clubs Andrea Coppari e di Denis Rizzi e Cinzia Galvani, rispettivamente presidente e consigliere di Futuro Rossoblù.
Si è provveduto a contattare il legale del Bologna FC 1909, avvocato Mattia Grassani, per fornire il materiale documentale raccolto in questi ultimi tre anni dal cenacolo ideatore dell’iniziativa.
In occasione della recente presentazione del suo ultimo libro sulla verità storica dei fatti del 1926/27, lo storico e scrittore Carlo Felice Chiesa si è apertamente schierato in merito alle legittimità di questa presa di posizione».