RS, 16/09/2016

Destro: “Ringrazio i tifosi per l’affetto dimostratomi”

Un’ora abbondante per riscoprire che effetto fa. Perché va bene sudare in palestra, tirare calci in allenamento, correre. Ma vuoi mettere la partita? Le sensazioni del campo, le misure con i compagni da cercare e trovare, quelle emozioni lì. D’accordo, era un’amichevole, ma il ritorno di Mattia Destro in campo contro lo Schalke 04 è una tappa importante per lui e per il Bologna. Significa che la fine del tunnel è vicina, vuol dire che, finalmente, il lavoro fatto (fisicamente e probabilmente non solo) sta dando i suoi frutti, anche se ci sarà da fare ancora parecchio. Ma il cartello del traguardo è ormai dietro l’angolo. E il bello è che si tratta di un traguardo solo in apparenza, perché raggiunto l’obiettivo della forma migliore comincerà la vera nuova avventura, la seconda stagione in rossoblù.
È ormai noto che non siano stati mesi facili per il bomber di Ascoli, ma l’appoggio della squadra e dei tifosi non è mai mancato. Sostegno a parole, con la nota dei giorni scorsi di alcuni gruppi della Curva Bulgarelli, e anche nei fatti, ogni volta che si è prestata la possibilità. Adesso è lui a ringraziare chi è sempre stato dalla sua parte. «Ringrazio i tifosi – le parole del numero 10 attraverso i canali ufficiali del club – per l’affetto dimostratomi in tutti questi mesi e che anche ieri non si è fatto attendere. Ora continuiamo a lavorare perché l’inizio della stagione è vicino».
 Viene in mente quella canzone di Cesare Cremonini: “E per quanta strada ancora c’è da fare, amerai il finale”.