Sempre e Comunque
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

Destro sta meglio ma difficilmente verrà rischiato

Lo avevamo visto uscire dal campo al 17′ della sfida di San Siro contro l’Inter, il 12 marzo scorso, colpito duramente al piede destro dal difensore nerazzurro Miranda. Diagnosi: frattura scomposta della falange prossimale del terzo dito, con tempi di recupero previsti attorno alle cinque settimane. Tempi di recupero che si sono poi allungati a dismisura, facendo sorgere più di una perplessità sulla terapia di tipo conservativo, senza alcun intervento chirurgico, scelta dallo staff medico rossoblù. Ieri mattina Mattia Destro, dopo giorni e giorni passati nelle palestre del centro Isokinetic, ha fatto la sua ricomparsa sul campo di Casteldebole, ma soltanto per svolgere qualche leggero esercizio di tipo atletico, senza mai toccare il pallone.
Un lavoro che è poi proseguito nel pomeriggio al Dall’Ara, mentre i suoi compagni di squadra erano impegnati nel test amichevole contro i dilettanti della Piccardo & Savorè. Il centravanti sta decisamente meglio e sembra essersi ormai lasciato il peggio alle spalle, ma nonostante la sua grande determinazione e qualche previsione un po’ troppo ottimistica che lo vorrebbe almeno in panchina nella gara del 7 maggio contro il Milan, la realtà è che molto difficilmente Destro tornerà a calcare il terreno di gioco in questa stagione. Con il Bologna già salvo e quasi nessuna possibilità di essere convocato per gli Europei, si tratterebbe di un rischio molto grande e decisamente inutile, meglio quindi avere pazienza e ritrovarlo in perfette condizioni a luglio, pronto per il ritiro precampionato.