Donadoni:

Donadoni: “Mercato? Abbiamo tempo per ragionare e fare le giuste valutazioni”

Il terzo protagonista rossoblù a presentarsi davanti alle telecamere di Sky Sport 24, durante la cena di Natale del Bologna in Terrazza Bernardini, è il tecnico Roberto Donadoni. Ecco nel dettaglio le parole del mister:

Sereni sì, rilassati no – «Ieri il risultato è stato indubbiamente positivo, frutto di una buona prestazione, era importante fare risultato e le cose si sono messe subito per il verso giusto, con il gol dopo sette minuti e la superiorità numerica dopo dieci. Trascorriamo un Natale tranquillo sotto questo punto di vista, ma con la consapevolezza che la strada da fare è ancora lunga e che ci sono ancora molti punti in palio: possiamo e dobbiamo fare ancora meglio».

Vecchia Signora all’orizzonte – «Quello che si guadagna adesso con una sosta un po’ più lunga lo si perderà più avanti, dovendo recuperare una partita e ritrovandosi con parecchi impegni ravvicinati. Sì, alla ripresa troveremo una neopromossa come la Juventus (ride, ndr), una sfida estremamente difficile ma stimolante, dovremo sfruttare questo periodo di pausa per prepararci al meglio e recuperare energie, così da affrontare i bianconeri nel miglior modo possibile».

Vertice di mercato – «Adesso abbiamo tempo per ragionare e fare le giuste valutazioni  e considerazioni, con estrema tranquillità, indubbiamente cercheremo di fare qualcosa ma senza fretta. Per migliorare la nostra situazione dovrà anche esserci anche una concomitanza di situazioni che vadano ad incastrarsi nel modo giusto, come spesso accade nel mercato di gennaio».

Come migliorare la rosa – «Spesso e volentieri, durante il mercato di riparazione, vanno in scena molti scambi fra giocatori che magari da una parte giocano poco e possono diventare importanti in un’altra piazza, le cosiddette movimentazioni tra insoddisfatti. Prima di muoversi bisogna ragionare bene, ho già un’idea di cosa ci può servire ma dipenderà anche dalle possibilità in uscita, per via dei paletti imposti dalle liste».

Complimenti ad Allegri – «In presenza di risultati importanti come quelli che sta ottenendo la Juventus, i complimenti e le considerazioni positive meritati, non c’è dubbio. È però altrettanto vero che bisogna fare valutazioni sul bagaglio umano e tecnico che si ha a disposizione. Allegri comunque si sta dimostrando un allenatore di assoluto valore, non serve la conferma da parte del sottoscritto».

La Juve attuale come il suo Milan – «Traguardi del genere si raggiungono solo con una squadra di campioni che non accettano mai di perdere, che vogliono sempre primeggiare e sentirsi contrastati da tutti. Lo dicevo l’altro giorno anche ai miei ragazzi, se ci si abitua ad una cosa poi è difficile farne a meno, c’è chi ama dormire e vorrebbe farlo sempre e c’è chi invece ama vincere. Credo sia proprio questo il segreto di chi ha qualcosa in più degli altri».

Auguri sentiti – «Spero che possa essere un Natale sereno, e che questo clima di bontà prosegua anche dopo. In questo periodo di festa è facile fare buoni propositi, poi però c’è un anno intero dove bisogna mantenerli».