Bilancio quasi in equilibrio tra Bologna e Crotone al Dall'Ara, nel 2016 decisivo Destro

È un Bologna che corre già tanto, le azioni d’attacco arrivano soprattutto dal centro

In casa Bologna entra oggi nel vivo la preparazione in vista della gara di domenica prossima contro il Torino, nel frattempo sul sito della Lega Serie A arrivano le statistiche del match contro il Crotone, utili ad analizzare ulteriormente il primo successo stagionale anche con l’aiuto dei numeri. Per quanto riguarda l’aspetto fisico, quella rossoblù si conferma una squadra che corre, con 110,238 km percorsi contro i 108,835 degli avversari. A macinare più km è stato  Pulgar, con 12,186, seguito da Taider (11,599), Krejci (11,52), Masina (11,05) e Krafth (10,806). Dzemaili spicca per velocità media (8 contro una media di squadra di 6,6), Krafth per velocità in sprint (32,6). In questa particolare classifica, Dzemaili è al secondo posto di squadra (31,1) mentre Destro figura al quarto con 30,97.
Gli 8 tiri in porta sono arrivati da Destro (3), Krejci (3), Dzemaili (1) e Taider (1) mentre Destro ha al suo attivo anche 8 occasioni da gol sulle 18 totali. Le statistiche indicano poi una netta prevalenza di attacchi centrali (20) rispetto a quelli a destra (12) e sinistra (8). Trenta le palle recuperate, con Krafth, Masina e Pulgar che si attestano sulle 4 a testa, seguite dalle 3 di Maietta, mentre i palloni persi sono stati 24 (5 a testa, tra gli altri, per Masina e Verdi e 3 per Rizzo). Il più ‘cattivo’ dei rossoblù è stato Pulgar, con 3 falli commessi. I primi dati stagionali confermano anche la necessità di sfruttare di più i calci da fermo: su azione da palla inattiva sono arrivati due tiri fuori e nessuno tiro in porta.

© Riproduzione Riservata