Sempre e Comunque
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

germania-italia euro 2016

Ancora una volta, stramaledetti rigori! Italia eliminata a testa alta dalla Germania

Diciotto rigori, tanti ne sono serviti alla Germania per eliminare l’Italia e approdare alle semifinali di Euro 2016. Dopo il successo sulla Spagna, questa sera al Nouveau Stade di Bordeaux i ragazzi di Antonio Conte hanno disputato un’altra partita a dir poco straordinaria per organizzazione, compattezza grinta e cuore, giocandosela alla pari contro i campioni del mondo, schierati per l’occasione da Loew in maniera speculare agli azzurri, sintomo di grande rispetto e forse anche di una buona dose di timore. Match piuttosto bloccato nella prima frazione, con le due squadre intente soprattutto a non concedere spazi agli attacchi avversari e poche occasioni da gol, fatta eccezione per una conclusione ravvicinata di Muller al 42’ bloccata da Buffon e una botta di Sturaro dal limite al 44’ sporcata in corner da Boateng.
Nella ripresa i tedeschi sono riusciti a portarsi in vantaggio al 65’, quando Ozil ha infilato la sfera nel sacco con un preciso sinistro da centro area a finalizzare una bella combinazione tra Mario Gomez ed Hector. Dopo una leggere fase di sbandamento, culminata al 69’ in un miracoloso intervento di Buffon su un tocco all’indietro di Chiellini per anticipare Gomez, l’Italia ha però saputo ritrovarsi e reagire, trovando il meritato 1-1 al 78’ con un rigore concesso per fallo di mano di Boateng e trasformato alla perfezione da Bonucci. Da lì in poi il risultato non è più cambiato e sono stati quindi necessari i supplementari, durante i quali però sono state la stanchezza e la paura di perdere a farla da padrone.
Si è così arrivati ai tiri dal dischetto, una vera e propria lotteria infinita con diversi errori da ambo le parti. Per la Germania, tra i primi cinque rigoristi, hanno sbagliato Muller (parata di Buffon), Ozil (palo) e Schweinsteiger (alto), mentre per gli azzurri Zaza (rincorsa rivedibile e mancino alle stelle), Pellè (a lato di quasi un metro) e proprio Bonucci, che dopo averlo trafitto nei regolamentari si è fatto ipnotizzare da Neuer. Nei tentativi ad oltranza il portiere del Bayern Monaco è poi riuscito a respingere il piatto destro di Darmian, prima del definitivo 7-6 di Hector. Si è conclusa così, nel modo più amaro possibile, l’avventura in terra francese della nostra Nazionale, inizialmente bersagliata da critiche e perplessità varie ma capace strada facendo di regalare tante emozioni e gioie ai suoi tifosi. Eliminati sì, ma a testa altissima.

GERMANIA (3-5-2): Neuer; Howedes, Boateng, Hummels; Kimmich, Khedira (dal 16’ pt Schweinsteiger), Kroos, Ozil, Hector; Muller, Gomez (dal 27’ st Draxler).
A disp.: Leno, ter Stegen, Mustafi, Tah, Can, Weigl, Podolski, Sané, Schurrle, Gotze.
All.: Loew

ITALIA (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini (dal 15’ sts Zaza); Florenzi (dal 41’ st Darmian), Sturaro, Parolo, Giaccherini, De Sciglio; Pellè, Eder (dal 3’ sts Insigne).
A disp.: Sirigu, Marchetti, Ogbonna, Darmian, De Rossi, Bernardeschi, El Shaarawy, Immobile.
All.: Conte

Arbitro: Kassai (Ungheria)
Ammoniti: 11’ st Sturaro (I), 12’ st De Sciglio (I), 13’ st Parolo (I), 45’ st Hummels (G), 1’ pts Pellè (I), 13’ pts Giaccherini (I), 7’ sts Schweinsteiger (G)
Marcatori: 65’ Ozil (G), 78 rig. Bonucci (J)
Recupero: 1’ pt, 3’ st, 0’ pts, 1’ sts

Sequenza rigori: Insigne (I) gol, Kroos (G) gol, Zaza (I) fuori, Muller (G) parato, Barzagli (I) gol, Ozil (G) palo, Pellè (I) fuori, Draxler (G) gol, Bonucci (I) parato, Schweinsteiger (G) alto, Giaccherini (I) gol, Hummels (G) gol, Parolo (I) gol, Kimmich (G) gol, De Sciglio (I) gol, Boateng (G) gol, Darmian (I) parato, Hector (G) gol.

© Riproduzione Riservata