giaccherini e bonucci italia belgio

Giaccherini lancia l’Italia, Belgio piegato 2-0. Pari tra Irlanda e Svezia, vince la Spagna

Esordio con vittoria per l’Italia ad Euro 2016. Questa sera, nella splendida cornice dello Stade de Gerland di Lione, gli azzurri si sono imposti con un netto 2-0 sul Belgio, una delle principali favorite per la vittoria finale, grazie ad una prestazione fatta di cuore, organizzazione e cinismo. A portare in vantaggio la nostra Nazionale è stato al 32’ il centrocampista del Bologna Giaccherini, impeccabile nel controllare in corsa un lancio col contagiri di Bonucci dalle retrovie e a battere Courtois in uscita. Qualche minuto dopo Pellè ha sfiorato il raddoppio di testa su sponda di Parolo, spedendo il pallone a lato da due passi, mentre i diavoli rossi si sono limitati ad un paio di velenose conclusioni dalla lunga distanza.
Diversa la faccenda nella ripresa, con la squadra di Wilmots a premere forte sull’acceleratore e quella di Conte rintanata nella propria metà campo a respingere ogni assalto. L’Italia ha comunque saputo rendersi pericolosa più volte in contropiede, come al 55’, quando Courtois è stato chiamato al miracolo da un’altra inzuccata di Pellè su cross di uno scatenato Candreva. Tantissimi i palloni gettati dai belgi nell’area di rigore avversaria, enorme la sofferenza, ma proprio all’ultimo giro di lancette ecco l’ennesima ripartenza azzurra a chiudere ogni discorso: Immobile si invola e serve il solito Candreva, che attira su di sé l’estremo difensore del Chelsea e mette in mezzo per il destro al volo a porta sguarnita di Pellè. Se il buongiorno si vede dal mattino, gli azzurri sono partiti davvero col piede giusto.
Alle 15 e alle 18, come di consueto, si sono giocati anche altri due match. Nel primo, disputato allo Stade Municipal di Tolosa e valido per il gruppo D, la Spagna ha sconfitto 1-0 la Repubblica Ceca grazie ad un’incornata del gigante del Barcellona Piqué su perfetto assist del compagno di club Iniesta all’87’, quasi al termine di una partita dominata sul piano del possesso palla ma che ad un certo punto sembrava diventata impossibile da sbloccare.
Nel secondo, andato in scena allo Stade de France di Saint-Denis e valido per il gruppo E, Irlanda e Svezia hanno pareggiato 1-1, con gran gol del vantaggio dei ragazzi in maglia verde firmato al 48’ da Hoolahan, abile a scaraventare in rete al volo di destro un suggerimento di Coleman, e pareggio scandinavo al 71’ con una sfortunata autorete di Clark su un traversone di Ibrahimovic. Domani spazio al gruppo F, con l’esordio nella competizione di Austria, Islanda, Portogallo e Ungheria.

BELGIO (4-2-3-1): Courtois; Ciman (dal 31’ st F. Carrasco), Alderweireld, Vermaelen, Vertonghen; Witsel, Nainggolan (dal 17’ st Mertens); De Bruyne, Fellaini, Hazard; Lukaku R. (dal 28’ st Origi).
A disp.: Mignolet, Gillet, Denayer, Kabasele, Lukaku J., Meunier, Dembelé, Benteke, Batshuayi.
All.: Wilmots

ITALIA (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Candreva, Parolo, De Rossi (dal 33’ st T. Motta), Giaccherini, Darmian (dal 14’ st De Sciglio); Pellè, Eder (dal 31’ st Immobile).
A disp.: Sirigu, Marchetti, Ogbonna, Florenzi, Sturaro, Bernardeschi, El Shaarawy, Insigne, Zaza.
All.: Conte

Arbitro: Clattenburg (Inghilterra)
Ammoniti: 20’ st Chiellini (I), 30’ st Eder (I), 33’ st Bonucci (I), 39’ st T. Motta (I), 46’ st Vertonghen (B)
Marcatori: 32’ pt Giaccherini (I), 48’ st Pellè (I)
Recupero: 1’ pt, 3’ st

Gruppo D:
Croazia 3
Spagna 3
Repubblica Ceca 0
Turchia 0

Gruppo E:
Italia 3
Irlanda 1
Svezia 1
Belgio 0

© Riproduzione Riservata