Sempre e Comunque
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

Fenucci:

Fenucci: “La partnership fra pubblico e privato funziona, i tempi per il nuovo Dall’Ara potrebbero anche accorciarsi”

A circa un’ora dal calcio d’inizio di Bologna-Inter, in seguito all’importante annuncio effettuato ieri sera dal sindaco Virginio Merola, l’a.d. rossoblù Claudio Fenucci ha rilasciato alcune dichiarazioni per illustrare la posizione del club riguardo agli ultimi sviluppi sul progetto di restyling dello stadio Dall’Ara:

Ok alla partnership Bologna-Comune – «Il sindaco mi aveva avvisato del cambiamento di strategia prima del suo annuncio di ieri alla Festa dell’Unità. La partnership fra pubblico e privato funziona molto bene in tutta Europa, abbiamo esempi virtuosi sia in Francia che in Germania. Per quanto concerne l’outlet, noi non eravamo interessati alla realizzazione della cittadella della moda ai Prati di Caprara, tale opera sarebbe servita solamente per recuperare liquidità: ora che abbiamo trovato questo accordo con il Comune, i finanziamenti per lo stadio ci sono. Ci tengo particolarmente a ringraziare ECE per disponibilità dimostrata, visto che avevano deciso di investire in Italia».

Tempi più rapidi – «Abbiamo fissato un tavolo tecnico la prossima settimana per cominciare a costruire un disegno economico-finanziario, vedremo di trovare i numeri con il Comune dopo aver valutato le tempistiche della concessione: la volontà è quella di definire ogni cosa e presentare il progetto a fine settembre. I tempi per la posa della prima pietra non si allungheranno, anzi, si potrebbero accorciare. Per il Bologna questo è un grosso investimento, non genererà le entrate di uno stadio nuovo ma pensiamo possa coprire l’intera spesa e nel tempo rafforzare il club».

Antistadio e Cierrebi – «Per quanto riguarda l’antistadio, ragioneremo per una riqualificazione sportiva. L’operazione legata al Cierrebi (cittadella dello sport, parcheggi e supermercato Despar, ndr) dovrebbe andare avanti, in parte proprio in funzione del restyling dello stadio, ma dovremo valutare bene ogni dettaglio».

Saputo soddisfatto – «Il presidente ha già avuto un’esperienza di partnership tra pubblico e privato con i Montreal Impact, e ritiene che questa collaborazione potrà portare al club dei benefici a lungo termine».