Sempre e Comunque
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

Fenucci:

Fenucci: “Siamo tutti accomunati dallo stesso obiettivo: ristrutturare il Dall’Ara”

Intervenuto in mattinata alla presentazione della Saputo School Cup, l’amministratore delegato del Bologna Claudio Fenucci è tornato sulla partita della ristrutturazione dello stadio Dall’Ara, fronte quanto mai aperto, sul quale – come ha scritto nell’edizione odierna Repubblica – il Bologna si sarebbe riservato una pista alternativa, che porterebbe all’edificazione di un nuovo stadio. Fenucci ha voluto chiarire una volta per tutte la priorità del club, ribadita anche negli ultimi incontri tenuti con il Comune di Bologna.
«Sullo stadio – ha spiegato l’a.d. – siamo rimasti nella decisione di formare una commissione economico-finanziaria con il Comune per capire i costi dell’iniziativa. La ristrutturazione sarà a carico del club, interamente. Per questo occorrerà trovare superfici compensative che riducano il costo per il club e creino anche interesse pubblico, nell’interesse generale. Ipotesi alternative allo stadio? Non sono nei nostri programmi. In periodi in cui tutto va bene si cercano sempre pensieri negativi. Noi chiediamo solo trasparenza velocità ed efficienza ai nostri interlocutori, ma siamo tutti accomunati dallo stesso obiettivo: ristrutturare il Dall’Ara».
Fenucci ha voluto poi smentire ogni minimo attrito interno al consiglio d’amministrazione, dovuto a risultati non pienamente soddisfacenti su conti e pubblico allo stadio: «
Saputo sarebbe scontento della risposta dei tifosi? La cosa mi dispiace molto, perché nessuno dei giornalisti qui ha contatti diretti con la proprietà. I risultati del Dall’Ara sono in linea con le nostre aspettative. Il problema della gente al Dall’Ara non si risolve con prezzi più bassi, perché si svilisce il prodotto. Non c’è stata nessuna sorpresa sui conti del club. La stagione 2015-2016 presenta conti in linea con il budget stabilito l’anno prima. Se ci fossero stato problemi sarebbero già stati evidenziati. Gli azionisti sono soddisfatti del percorso seguito. Proseguiamo su questa strada, che ci sta dando scenari positivi. Una cosa è l’obiettivo, l’altra è l’ambizione. L’obiettivo rimane sempre quello di fare un punto in più dell’anno precedente; poi tutti noi andiamo in campo per vincere, se riusciremo a fare meglio saremo strafelici».