Sempre e Comunque
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

Una giornata di squalifica a Gastaldello, Benali salta Bologna

Gastaldello: “Mi scuso, mi sono meritato questa squalifica”

«Mi scuso perché ho sempre parlato di esempio e professionalità e proprio in questo domenica sono mancato». Alla ripresa degli allenamenti, dopo i due giorni di riposo concessi da mister Donadoni, arriva il mea culpa di Daniele Gastaldello, davanti ai microfoni Sky Sport, per l’espulsione rimediata contro il Genoa che gli costerà due giornate di squalifica. «Ho parlato all’arbitro con le giuste maniere – ha ricostruito Gastaldello – da capitano, come ho sempre fatto: quando mi sono visto sventolare davanti il cartellino giallo ho reagito male, e mi sono meritato questa squalifica di due turni». Dopo aver sottolineato che per lui si tratta della prima espulsione per proteste in 400 partite tra i professionisti, il difensore non ha nascosto che ora «resta un gran dispiacere per quanto accaduto contro il Genoa e specialmente per aver lasciato la squadra in inferiorità numerica, perché so che undici contro undici sarebbe finita diversamente».
Dopo le scuse pubbliche (che verosimilmente fanno seguito a quelle presentate anche nello spogliatoio) è però tempo di guardare ai prossimi impegni. «Voglio rifarmi in futuro sotto questo aspetto, ma ora la squadra deve concentrarsi sulla partita con la Lazio. L’aspettativa per la stagione è quella di raggiungere prima possibile la quota dei 40 punti, poi si vedrà. Siamo partiti abbastanza bene, con il Genoa è arrivato un brusco stop ma una partita non fa una stagione: dopo la sosta intendiamo ripartire subito col piede giusto».