Inzaghi:

Inzaghi: “Mi piace la predisposizione al lavoro di questi ragazzi, vogliamo arrivare pronti alla Coppa Italia”

Tempo di Lettura: 2 minuti

Di seguito, suddivise per argomenti principali, le dichiarazioni rilasciate dal tecnico del Bologna Filippo Inzaghi al termine della prima amichevole stagionale, vinta 6-0 contro i padroni di casa del Pinzolo.

Gambe pesanti ma segnali confortanti – «Siamo stati un po’ lenti, è vero, ma se adesso fossimo già brillanti ci sarebbe da stupirsi. Siamo arrivati stanchi a questa prima amichevole perché in settimana abbiamo lavorato tantissimo, e tutti hanno dato il massimo in allenamento. Abbiamo segnato poco rispetto alle occasione create, ma lo abbiamo fatto anche da palla inattiva e questo mi fa piacere, perché anche a Venezia era un’arma che sfruttavamo spesso e volentieri. Ho visto davvero molto impegno da parte di tutti, i segnali positivi ci sono eccome, puntiamo ad arrivare pronti alla Coppa Italia perché ci teniamo a vincere e a fare strada».

Gruppo tosto, in attesa dei nazionali – «Mi piace la predisposizione al lavoro che hanno questi ragazzi hanno per il lavoro, anche quando sono sfiniti non riesco a portarli via dal campo. Oggi ho cercato di ruotarli tutti soprattutto in attacco, mentre in difesa mi mancano ancora alcuni elementi. I nazionali hanno diritto a 21 giorni di vacanza dall’ultima gara disputata, quindi il primo a tornare sarà Gonzalez e gli altri li avrò in Austria».

Orsolini vivace – «So che Orsolini può fare la seconda punta, ma credo possa produrre molto anche da mezzala».

Dijks a tutta fascia, Mbaye centrale – «Dijks è assolutamente un esterno di centrocampo, invece Mbaye può fare anche il terzo centrale dietro, è veloce e ha una buona capacità di palleggio, per questo motivo lo sto provando in quel ruolo».

Nuovo capitano – «Ascolterò la proposta che mi arriverà dello spogliatoio e poi deciderò io in base ai nomi, ma per me i capitani della squadra devono essere tutti i calciatori più esperti, nessuno escluso. Tra loro non ho preferenze: se la giocano Poli, Dzemaili, Destro, Da Costa, Palacio e De Maio. L’importante è che il ruolo di capitano non si limiti alla semplice fascia sul braccio, i veterani del gruppo devono trascinare i più giovani».

Foto: bolognafc.it