Sempre e Comunque
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

Mancata concessione del Dall’Ara per la VI Festa del Fair Play, il Bologna risponde a UISP

In seguito alla lettera inviata dal Comitato UISP di Bologna al sindaco del Comune di Bologna Virginio Merola, all’assessore allo sport Matteo Lepore, al responsabile valorizzazione impiantistica sportiva Anna Depietri e al consigliere comunale Roberta Li Calzi in merito alla VI Festa del Fair Play – Memorial Maurizio Cevenini che si sarebbe dovuta tenere sabato 18 maggio 2019 allo stadio Renato Dall’Ara, annullata dopo la mancata concessione dell’impianto da parte del Bologna FC 1909 a causa di un forte rischio di attacco funghicida in caso di eccessivo stress causato al manto erboso, lo stesso Bologna FC 1909 ha reso noto che nella richiesta iniziale si era parlato di un paio di partite che vedevano coinvolti una cinquantina di ragazzi.
Solo in un secondo momento è emerso che avrebbero dovuto giocare sul campo dello stadio Renato Dall’Ara circa 500 bambini per un intero pomeriggio. A quel punto il Bologna ha chiesto un parere specifico a Phytos, ditta che cura il manto erboso, che ha fornito un’analisi dettagliata dei rischi non garantendo la tenuta del terreno in presenza di numeri tanto elevati. Preso atto della situazione, in previsione degli Europei Under 21, il Club rossoblù, in accordo con il Comune, ha preferito negare l’autorizzazione, ma nel contempo ha messo a disposizione di UISP un campo della stessa misura di quello del Dall’Ara al centro tecnico Niccolò Galli di Casteldebole, peraltro spostando alcuni impegni del proprio Settore Giovanile, al fine di garantire comunque il regolare svolgimento della manifestazione, che alla fine UISP ha deciso di annullare.
L’indisponibilità degli spogliatoi a causa del numero elevato di bambini coinvolti era già stata comunicata e non aveva sollevato problemi, dal momento che anche in altre precedenti occasioni analoghe non erano mai stati utilizzati.