Moussa Souare abbracciato dai compagni del Bologna dopo un gol

Nuovi particolari sulla vicenda legata a Moussa Souare

Nel corso del pomeriggio abbiamo pubblicato un’intervista a Moussa Souare, ex attaccante del Bologna Primavera che dopo una buona stagione in maglia rossoblù non è stato confermato e si è accasato all’Inter. Pur non essendo a conoscenza delle precise motivazioni alla base di questa decisione, possiamo ipotizzare che essa sia ricollegabile ai rapporti tra la società felsinea e l’entourage del ragazzo. Il procuratore di Souare, guineano e nativo di Conakry, è infatti l’agente FIFA Mauro Cevoli (involontariamente coinvolto nel febbraio 2013 in una spiacevole vicenda di cronaca legata al calcio giovanile, senza alcuna responsabilità diretta – LINK), che contribuì a portare in Italia il suo concittadino Amadou Diawarainsieme a Robert Visan, il quale all’epoca era in stretto contatto con Numukeh Tunkara.
Dunque immaginiamo (ma non abbiamo alcuna prova, è bene sottolinearlo) che quanto accaduto nel corso dell’estate possa aver influito anche sul futuro del talentuoso centravanti classe 1998, con il Bologna che avrà forse preferito interrompere ogni tipo di collaborazione con tali persone, visto il comportamento tenuto da Diawara al fine di essere ceduto ad un altro club e il timore che tutto ciò si potesse ripetere nel prossimo futuro con Souare. Questo per ribadire, a nome della Redazione di Zerocinquantuno, che qui nessuno si diverte a inventare notizie o a seminare zizzania per mettere in cattiva luce un soggetto piuttosto che un altro: il nostro unico obiettivo è andare alla ricerca della verità e provare a raccontarla.

© Riproduzione Riservata