Pascutti, l'omaggio di Saputo e Di Vaio. Lutto cittadino nel giorno del funerale

Pascutti, l’omaggio di Saputo e Di Vaio. Lutto cittadino nel giorno del funerale

Nel corso del pomeriggio, attraverso il sito e la web TV ufficiale del Bologna, il chairman Joey Saputo e il club manager Marco Di Vaio hanno reso omaggio a Ezio Pascutti, scomparso ieri all’età di 79 anni. Nel frattempo il sindaco Virginio Merola ha deciso di proclamare la giornata di lutto cittadino in concomitanza del funerale del grande campione (data ancora da fissare). Per l’occasione gli edifici del Comune esporranno la bandiera comunale listata a lutto.

Il messaggio di Joey Saputo – «Purtroppo non ho avuto la possibilità di conoscere bene Ezio Pascutti, che ho incontrato di persona soltanto una volta, proprio il giorno della mia prima conferenza stampa al Dall’Ara. Ma so molto di lui grazie ai racconti di tanti bolognesi. Ezio è stato una vera Bandiera del nostro Club: per le quattordici stagioni al servizio dei colori rossoblù, per i 142 gol segnati in ogni competizione, certo, ma soprattutto per il rapporto che era riuscito a instaurare con la sua gente, con i suoi tifosi, che nel tempo sono diventati i suoi amici. Anche da Montreal mi sto rendendo conto in queste ore dell’affetto che Bologna nutre per il suo Ezio e del dolore che la sua scomparsa ha provocato in città e in tutta Italia. Se n’è andato uno di famiglia, e anche da così lontano vorrei stringermi a Emanuela, ad Alessandra e a tutti i tifosi nel ricordo di un grande Campione».

Il ricordo di Marco Di Vaio – «Una notizia molto triste, perché Ezio è stato un riferimento per tanti di noi che abbiamo avuto la fortuna di giocare nel Bologna, uno dei giocatori e degli uomini più importanti nella storia del club. Siamo in lutto noi come società, ma penso anche tutto il mondo del calcio: quello che ha fatto lui con il Bologna in quell’epoca è qualcosa di straordinario e irripetibile. Ho avuto la fortuna di incontrarlo più volte ed era sempre molto piacevole parlare di calcio con lui».