Sempre e Comunque
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

Presentato il progetto di restyling del Dall'Ara, 27 mila posti, tribune più vicine al campo e copertura metallica

Presentato il progetto di restyling del Dall’Ara: 27 mila posti, tribune più vicine al campo e copertura metallica

Il Bologna FC 1909, attraverso il proprio sito ufficiale, ha diffuso un importante comunicato relativo al progetto di ristrutturazione dello stadio Renato Dall’Ara. Di seguito il testo integrale:

«Si è riunito nella mattinata di oggi il tavolo tecnico costituito nel marzo 2017 tra Comune di Bologna, Bologna FC 1909 e SECI (Gruppo Industriale Maccaferri) per la condivisione dei contenuti del progetto di ammodernamento dello stadio Dall’Ara. Nel corso della riunione l’architetto Gino Zavanella e l’ingegnere Massimo Majowiecki hanno presentato una nuova versione del progetto di riqualificazione dello stadio storico, che aggiorna quello presentato al tavolo il 21 aprile 2017. Per il Comune di Bologna erano presenti i dirigenti Raffaela Bruni, Cleto Carlini e Francesco Evangelisti, per il Bologna FC 1909 l’amministratore delegato Claudio Fenucci e per SECI l’amministratore delegato Giuliano Montagnini.
Il nuovo progetto differisce dal precedente perché è stata approfondita l’analisi di vulnerabilità sismica della struttura, in seguito alla quale si è optato per realizzare nuove strutture anche per il sostegno delle tribune laterali, oltre alle curve, per le quali si era fatta questa scelta già con il progetto precedente. In questo modo, oltre a migliorare le qualità strutturali dell’edificio, si ottiene un sensibile miglioramento della visibilità dalle tribune verso il campo di gioco.
La nuova struttura potrebbe essere realizzata per fasi, senza interrompere l’utilizzazione del campo da gioco per le partite di campionato.
Nell’immagine rivista dello stadio continuano ad avere un ruolo decisivo la Torre di Maratona, l’anello murario originale e il portico della Certosa, gli elementi storici fondamentali dello stadio, mentre il nuovo elemento che caratterizzerà la struttura sarà la copertura metallica, modellata in modo da rispettare la presenza della Torre. Queste scelte del progettista, discusse con la Soprintendenza, confermano l’importanza dell’immagine propria e caratteristica dello stadio, che costituisce un valore per la città.
Lo stadio è progettato con grande attenzione alla sicurezza (potrà essere completamente svuotato, in caso di emergenza, in cinque minuti) e all’accessibilità da parte di tutte le persone.
È stato approfondito il tema dei parcheggi, quantificabili in circa 1.500 posti auto disponibili nei match-day nell’area prossima alla struttura.
Lo stadio avrà una capacità di 27.000 posti circa (erano 25.000 nel progetto precedente), che potrebbe essere aumentata fino a 29.500.
La maggior parte della struttura è destinata all’utilizzazione in occasione delle partite, con uno standard significativo di servizi offerti agli spettatori, ma sono previsti anche spazi per altre attività, che potranno essere svolte durante la settimana per rendere la struttura attrattiva come luogo di aggregazione e visita, tra le quali è previsto un museo del Bologna FC 1909.
Gli uffici del Comune di Bologna avvieranno ora l’iter di valutazione del progetto».