Sergio Porcedda condannato a 4 anni di reclusione per bancarotta fraudolenta

Sergio Porcedda condannato a 4 anni di reclusione per bancarotta fraudolenta

L’ex presidente del Bologna FC 1909, l’imprenditore Sergio Porcedda, è stato condannato a quattro anni di reclusione per bancarotta fraudolenta nell’ambito dell’inchiesta sul fallimento della clinica Città di Quartu. Assolto, invece, perché il fatto non costituisce reato, il numero uno di Confindustria Sardegna Alberto Scanu. La sentenza è stata pronunciata oggi dal Gup del Tribunale di Cagliari, Giuseppe Pintori, a conclusione di un lungo processo celebrato con rito abbreviato.