Rassegna stampa 11/08/2017

Il sorriso dei piccoli rossoblù, un patrimonio da non disperdere

Un 4-1 perentorio, di quelli che fanno bene alla classifica e benissimo al morale. C’era da andare a caccia di continuità dopo il successo contro il Sassuolo, e il Bologna sul campo ha risposto più che mai presente. I rossoblù, oltre a quella sul Chievo, hanno però ottenuto anche un’altra vittoria, altrettanto importante se non di più. Gli spettatori presenti ieri al Dall’Ara erano infatti 20.982 (di cui 13.746 abbonati), un dato già di per sé leggermente superiore rispetto alla media sinora registrata di 20.389 presenze.
Il colpo d’occhio era più bello del solito soprattutto nei Distinti, grazie anche alla doppia promozione attuata dalla società: ogni abbonato poteva infatti acquistare un biglietto in ogni settore al prezzo simbolico di 1 euro per il proprio padre o per il proprio figlio in occasione della Festa del papà. Sempre nei Distinti, inoltre, il biglietto per un under 14 accompagnato da un adulto era in vendita a 50 centesimi (e il biglietto per l’adulto a 10 euro).
Tanti, dunque, i bambini presenti allo stadio che hanno visto il Bologna vincere (vogliamo dire stravincere?) e giocare alla grande, specialmente nella ripresa. Hanno visto segnare tre giocatori, Blerim Dzemaili, Simone Verdi e Federico Di Francesco, e ora li rivedranno tutti con addosso la maglia della loro Nazionale. E capiranno che sì, anche sotto le Due Torri ci sono dei bravi giocatori. Si sono entusiasmati e hanno gioito per la loro squadra, per i colori della loro città. I loro sorrisi al termine del match erano significativi, e sono un patrimonio da non disperdere. La vittoria sul Chievo vale ‘solo’ tre punti. Far divertire, esultare e appassionare i tifosi del futuro vale molto di più.

© Riproduzione Riservata