Sempre e Comunque
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

Buone nuove da Casteldebole: Maietta in gruppo

Super Ciro vs Super Mimmo, chi la spunterà?

Un gol di piatto destro all’Atalanta, uno di collo pieno al Pescara, un’inzuccata e un altro di piatto all’Udinese. Per concludere, con la maglia dell’Italia, uno con la punta del piede sinistro e uno di testa alla Macedonia. Mentre il Bologna si lecca le ferite causate dal nuovo infortunio occorso a Mattia Destro, la Lazio si gode il suo nuovo bomber, Ciro Immobile. Tra le fila rossoblù, peraltro, domenica allo stadio Olimpico non mancherà soltanto il numero 10, ma anche il capitano Daniele Gastaldello, la cui presenza avrebbe certamente aiutato l’intera retroguardia di Roberto Donadoni ad arginare l’esplosività del centravanti di Torre Annunziata, tornato alla ribalta all’età di 26 anni dopo le esperienze piuttosto deludenti all’estero con Borussia Dortmund e Siviglia e qualche mese da figliol prodigo al Torino senza lasciare troppo il segno.
E quindi, chi lo ferma questo Immobile scatenato? Certo, là davanti i biancocelesti sono ricchi di talento, ci sono anche Keita e Felipe Anderson, solo per citarne un paio, ma siamo quasi certi che un occhio di riguardo per il buon Ciro lo avrà Domenico ‘Mimmo’ Maietta. Chi, se non lui, il miglior difensore del Bologna, uno dei migliori in circolazione nella nostra Serie A. E a chi vi farà notare che Maietta ha trascorso gran parte della sua carriera tra Lega Pro e Serie B, rispondete che in questo Paese la meritocrazia non è di casa, nemmeno nel calcio. In giro ce ne sono pochi meglio di lui, anche tra i giovani, anche tra i titolari delle cosiddette ‘grandi’, ma ormai il passato è passato, Mimmo veste con orgoglio i colori rossoblù e noi siamo orgogliosi di averlo con noi, anche se con molta ansia e le dita sempre incrociate per i suoi muscoli un po’ troppo fragili.
Quest’anno, senza il centrale calabrese, il Bologna ha rimediato una disastrosa sconfitta a Torino sponda granata, ha perso a Napoli e ha superato di misura il Cagliari, mentre con lui in campo ha battuto il Trapani (in Coppa Italia), il Crotone e la Sampdoria, ha pareggiato a Milano con l’Inter e ha perso solo con il Genoa nell’ultimo turno prima della sosta, quando però la squadra era rimasta in dieci uomini per la nota espulsione di Daniele Gastaldello. Numeri a parte, proprio come nello scorso campionato la presenza o meno di Maietta si sta rivelando un ago della bilancia decisamente importante in termini per la solidità del pacchetto arretrato e più in generale di tutta la formazione di Donadoni. E allora sì, sarà dura contenere Immobile, ma non certo impossibile, per informazioni chiedere a Luis Muriel e Mauro Icardi: se loro hanno super Ciro, noi abbiamo super Mimmo.

© Riproduzione Riservata