Trionfo bolognese ad Anversa, la Virtus piega 73-61 Tenerife e conquista la Champions League

Trionfo bolognese ad Anversa, la Virtus piega 73-61 Tenerife e conquista la Champions League

Al termine di una Final Four giocata in maniera impeccabile, la Virtus Bologna piega 73-61 l’Iberostar Tenerife nella finalissima di Anversa e si laurea campione della Basketball Champions League 2018-2019. La Segafredo, trascinata dai 26 punti di un incontenibile Punter (eletto MVP), controlla sostanzialmente il match per tutti i 40 minuti, soffrendo un po’ nel secondo tempo a rimbalzo e sui palloni vaganti ma riuscendo quasi sempre a colpire grazie ad una transizione offensiva rapida ed efficace. Il canestro decisivo, con 97 secondi rimanenti sul cronometro e gli spagnoli a -6, arriva grazie ad un colpo da maestro di Chalmers, poi i ragazzi di Djordjevic stringono i denti e a ridosso della sirena aumentano il divario fino al definitivo 73-61.
Per le gloriose V nere è la terza coppa europea negli ultimi 18 anni, dopo l’Eurolega del 2001 e l’Eurochallenge del 2009 (nessun’altra squadra italiana ne ha vinta più di una nello stesso lasso di tempo), la quinta in totale. Capitan Aradori, seguito a ruota dai compagni e dal patron Zanetti, alza in alto il trofeo, con un ideale grazie anche all’ex coach Sacripanti e un pensiero colmo d’amore per Alberto Bucci, il primo a credere per davvero che questa nuovo corso Virtus potesse portare già in breve tempo ad un grande traguardo.

Segafredo Virtus Bologna – Iberostar Tenerife 73-61 (20-8, 38-24, 58-44)

Segafredo Virtus Bologna: Punter 26, Martin 2, Moreira 4, Paiola n.e., Taylor 4, Baldi Rossi 0, Cappelletti n.e., Kravic 4, Chalmers 8, Aradori 9, M’Baye 16, Cournooh 0.
Coach: Djordjevic

Iberostar Tenerife: San Miguel 3, Staiger 3, Iverson 11, Richotti n.e., Niang 2, Brussino 2, Bassas 5, Saiz 1, Abromaitis 18, Gillet 3, Beiran 9, White 4.
Coach: Vidorreta

© Riproduzione Riservata

Foto: championsleague.basketball