Ufficiale: il Bologna in ritiro a Pinzolo dal 6 al 23 luglio

Ufficiale: il Bologna in ritiro a Pinzolo dal 6 al 23 luglio

Questa mattina a Casteldebole, prima della consueta conferenza della vigilia di Roberto Donadoni, in sala stampa sono intervenuti il club manager Marco di Vaio e Michele Cereghini, sindaco di Pinzolo, per ufficializzare il ritiro del Bologna nel paese trentino e comunicare il periodo in cui si svolgerà. I due hanno rilasciato le seguenti dichiarazioni:

Michele Cereghini – «Siamo molto carichi all’idea di ospitare questo ritiro. Pinzolo è una località che può rigenerare l’entusiasmo dei tifosi e dello staff del Bologna, e magari anche emozionarli. Da parte rossoblù vediamo l’interesse a svolgere una preparazione funzionale all’impegno richiesto dal massimo campionato italiano, uno dei più belli del mondo. Stiamo lavorando per garantire delle strutture di altissimo livello, ogni anno vengono investite delle risorse per garantire un’importante offerta tecnica sui ritiri. In collaborazione con la società, abbiamo pensato a tanti momenti che vedranno l’avvicinamento dei giocatori ai tifosi presenti, che insieme alle loro famiglie troveranno offerte cucite su misura per loro. Al centro sportivo Pineta la squadra avrà a disposizione due campi regolamentari e uno per l’allenamento dei portieri, strutture allo stesso livello di quelle di Serie A. In ritiro da noi abbiamo avuto Juventus, Inter, Milan, Roma, Fiorentina, Parma, Sampdoria, Torino e addirittura il Napoli di Maradona: sul ritiro del Bologna abbiamo molte aspettative, vogliamo far capire ancora una volta che la montagna aiuta nella preparazione di questi atleti».

Marco Di Vaio – «Partiremo per Pinzolo il 6 luglio e ci resteremo fino al 23, e nell’arco di queste due settimane giocheremo quattro amichevoli, come abbiamo fatto negli anni passati. Attualmente non abbiamo ancora stabilito le avversarie, ma inizieremo con squadre minori per poi salire di categoria. Sul pre-ritiro in Sardegna non abbiamo trovato le date, perciò abbiamo preferito ripartire direttamente qui a Bologna dai primi di luglio, alternando i necessari test fisici. I ragazzi svolgeranno faranno allenamento sia al mattino che al pomeriggio, con un lavoro propedeutico al ritiro».