È nelle difficoltà che si vede chi vale veramente

A Verona il Bologna soffre ma porta a casa un punto, col Chievo finisce 1-1

Questa volta il minuto in cui il Bologna ha deciso di giustiziarsi è stato il 70′. Non varrà per le statistiche, quest’autogol di Mbaye, ma l’effetto è identico: una vittoria potenziale s’è trasformata in pareggio. E così i punti persi nelle ultime quattro partite sono sette, sommando Genoa, Lazio, Sassuolo e, fresco fresco, Chievo. Al cospetto di Saputo, presente alla terza partita stagionale del Bologna (a fine incontro il chairman è andato sotto la curva dei tifosi rossoblù presenti al Bentegodi) – mentre il suo Impact domani si gioca l’accesso alla fase finale dei playoff contro Washington – Donadoni conferma il 4-3-3 con Torosidis e Masina ai lati della difesa, Gastaldello redivivo in difesa e Pulgar regista, con Nagy spostato alla mezzala. In attacco debutta – ma lo confermeranno solo i referti perché non toccherà mai palla – Anthony Mounier, che fa scalare Verdi alla solita posizione di falso nueve. Inizio di gara equilibrato, con errori marchiani di Masina in difesa (al 12′ sbaglia la diagonale e spalanca il tiro per Meggiorini) e tentativi di Verdi, che al 23′ lamenta un fallo di Gobbi (il quale a sua volta aveva reclamato rigore per trattenuta di Gastaldello in area). Il gioco si sviluppa con lieve prevalenza clivense, ma senza picchi emozionali. Solo al 37′ De Guzman spaventa Da Costa, sparando un missile da fuori area, un tiro che sembra però una premonizione. E infatti due minuti più tardi, Meggiorini taglia in area un assist sul quale nessuno di tre difensori riesce a intervenire. Fosse stato più preciso, quell’assist sarebbe diventato gol.
Ancora due minuti, e sempre Meggiorini, lasciato colpevolmente libero, ha tempo di mirare di testa, sbagliando di poco, con Da Costa battuto. Il Chievo ci crede e a un minuto dall’intervallo sfodera l’azione più pericolosa: Inglese in slalom entra in area tagliando in due la difesa sul lato destro, tiro a colpo sicuro e Da Costa para in due tempi, miracolosamente, come farà poi anche a tempo scaduto, uscendo a corpo morto su Pellissier.
Donadoni corre ai ripari e dallo spogliatoio trattiene Mounier, sostituendolo con Sadiq. Anche Maran è costretto al cambio in attacco, con il precoce infortunio di Meggiorini (al suo posto Floro Flores). Il nigeriano del Bologna, però, si rivela subito decisivo. Al sesto minuto lavora un buon pallone in area, forte del fisico imperioso, e scarica su Pulgar, che di prima intenzione scarica di destro sul secondo palo: è gol, il primo con la maglia rossoblù. La rete galvanizza la squadra, che mantiene l’ordine e intontisce il Chievo, che sembra accusare la fatica. È un’impressione: al 24′ un affondo gialloblu di Hetemaj coglie impreparato il neoentrato Mbaye, che butta il pallone oltre la propria linea di porta. Autogol, 1-1. Fosse solo questa la sfortuna: nell’azione del gol, si rompe Domenico Maietta, che esce in barella applaudito dalla città che lo vide protagonista con la maglia dell’Hellas. Conquistato il pari, il Chievo vorrebbe l’intera posta, e cinge d’assedio il Bologna. Solo un miracolo di Da Costa, a tempo scaduto su Pellissier, evita il disastro. È il terzo 1-1 consecutivo, di tre partite che potevano essere, ognuna a modo proprio, altrettante vittorie. Anche su questo dovrà riflettere Donadoni, tornando a Bologna, con soli due giorni per preparare la delicata sfida con la Fiorentina.

IL TABELLINO

CHIEVO (4-3-1-2): Sorrentino; Cacciatore, Spolli, Dainelli, Gobbi; Izco, Radovanovic, Hetemaj; De Guzman (15′ st Birsa); Inglese (35′ st Pellissier), Meggiorini (5′ st  Floro Flores).
A disp.: Confente, Seculin, Sardo, Gamberoni, Costa, Bastien, Frey, Rigoni, Parigini.
All.: Maran

BOLOGNA (4-3-3): Da Costa; Torosidis (19′ st Mbaye), Gastaldello, Maietta (26′ st Helander), Masina; Dzemaili, Nagy, Pulgar; Mounier (1′ st Sadiq), Verdi, Krejci.
A disp.: Sarr, Gomis, Di Francesco, Ferrari, Donsah, Viviani, Taider, Rizzo, Floccari.
All.: Donadoni

Arbitro: Pasqua di Tivoli
Ammoniti: 22’ st Nagy (B), 38’ st Helander (B), 40’ st Verdi (B),  46’ st Sadiq (B)
Espulsi: –
Marcatori: 7’ st Pulgar (B), 25’ st aut. Mbaye (C)
Recupero: 2’ pt, 6’ st

© Riproduzione Riservata

Foto: bolognafc.it