Bologna, intelligenza e attributi per piegare il Crotone: 0-1 allo Scida

Bologna, intelligenza e attributi per piegare il Crotone: 0-1 allo Scida

Il Crotone all’ennesima ultima spiaggia della sua stagione, il Bologna per non complicarsi eccessivamente la vita e risalire qualche posizione in classifica: il girone di ritorno della Serie A 2016-2017 inizia dallo stadio Ezio Scida. Nicola propone un 4-4-2 piuttosto compatto con Rohden e Palladino sugli esterni e la coppia Trotta-Falcinelli davanti, Donadoni risponde con l’ormai classico 4-3-3, ritrovando Gastaldello al centro della difesa e preferendo Nagy a Donsah come mezzala al fianco di Viviani e Dzemaili.
L’avvio dei rossoblù fa ben sperare, con un bella azione di Destro conclusa da un mancino troppo centrale già dopo cinque minuti, poi però sono i padroni di casa a salire in cattedra, più aggressivi e più precisi in fase di impostazione. Falcinelli ci prova due volte dal limite, al 12’ e al 18’, trovando sempre i guantoni di Mirante, mentre l’unica vera occasione di marca felsinea capita al 22’ ancora sul piede di Destro, che dopo essere stato liberato in verticale da Dzemaili calcia debolmente addosso a Cordaz. Al 31’ Trotta insacca la sfera ma l’arbitro annulla tutto per una netta posizione di fuorigioco, intanto nel Bologna sia Torosidis al 29’ che Gastaldello al 42’ sono costretti ad uscire per problemi muscolari, sostituiti da Krafth e Oikonomou. Nel complesso meglio il Crotone, ma si va comunque al riposo sullo 0-0.
Nella ripresa il copione del match cambia, con gli ospiti a farsi nettamente preferire sul piano dell’ordine in campo e della determinazione. I rossoblù guadagnano metri e al 10’ trovano anche la rete del vantaggio con una sassata in diagonale di Dzemaili dal limite che brucia Cordaz. Ma non è finita, perché lo svizzero rischia di ripetersi al 10’, quando il suo destro da lontanissimo viene respinto a fatica dal portiere dei calabresi. Un minuto dopo, sul versante opposto, Rohden chiama Mirante ad un super intervento di piede con un staffilata da sottomisura, l’azione più bella della partita va però in scena al 15’ ed è targata Bologna: slalom di Nagy fra tre avversari e palla per Dzemaili, tocco sotto per Krejci e destro volante del ceco sul quale Cordaz si esalta e devia in corner.
Gli uomini di Donadoni hanno la possibilità di chiudere i conti in modo clamoroso anche al 22’, in particolare grazie ad una pregevole azione di Destro, che ubriaca di finte Ceccherini e serve a Dzemaili un assist al bacio, peccato solo che il piattone del numero 31 si perde malamente sul fondo. Di nuovo il bomber marchigiano, apparso in netta ripresa nel secondo tempo, ha la chance di portare i suoi sul 2-0 al 26’, ma il suo tiro è lento e prevedibile. Da quel momento in avanti il Crotone, provando a sfruttare la fisicità dei neo entrati Gnahoré e Simy, inizia a rimettere con più frequenza la testa nella trequarti felsinea, senza però riuscire mai a creare un grattacapo degno di questo nome a Mirante e compagni.
Il quarto d’ora conclusivo, con annesso recupero, è lungo, lunghissimo, ma la difesa regge l’urto e i ragazzi in maglia giallo evidenziatore se ne vanno dallo Scida con tre punti pesantissimi in tasca. Una crescita graduale in termini di gioco e soprattutto di ritmo, una buona dose di intelligenza e un bel po’ di attributi, finalmente. Così il Bologna, al del valore degli avversari, torna a vincere, e forse a rilanciarsi per una posizione un filo più prestigiosa all’interno questa mediocre Serie A. Domenica pomeriggio al Dall’Ara contro il Torino per ricevere qualche conferma in più.

IL TABELLINO

CROTONE (4-4-2): Cordaz; Rosi, Ceccherini, Ferrari G., Martella; Rohden (32’ st Simy), Capezzi (12’ st Nalini), Crisetig, Palladino; Trotta (19’ st Gnahoré), Falcinelli.
A disp.: Festa, Viscovo, Claiton, Dussenne, Sampirisi, Barberis, Salzano, Suljic, Stoian.
All.: Nicola

BOLOGNA (4-3-3): Mirante; Torosidis (29’ pt Krafth), Gastaldello (42’ pt Oikonomou), Masina; Nagy, Viviani (38’ st Pulgar), Dzemaili; Krejci, Destro, Di Francesco.
A disp.: Da Costa, Sarr, Ferrari A., Mbaye, Donsah, Mounier, Rizzo, Floccari, Okwonkwo.
All.: Donadoni

Arbitro: Calvarese di Teramo
Ammoniti: 4’ pt Palladino (C), 41’ pt Gastaldello (B), 23’ st Falcinelli (C), 27’ st Masina (B), 31’ st Maietta (B), 40’ st Nagy (B)
Espulsi:
Marcatori: 7’ st Dzemaili (B)
Recupero: 4’ pt, 4’ st

© Riproduzione Riservata

Foto: bolognafc.it