Il Bologna soffre, reagisce e vince: Bentegodi sbancato 3-2 in rimonta

Il Bologna soffre, reagisce e vince: Bentegodi sbancato 3-2 in rimonta

Verona e Bologna arrivano all’ultimo posticipo della tredicesima giornata reduci entrambe da quattro sconfitte consecutive, con i padroni di casa desiderosi di scappare dalla zona retrocessione e gli ospiti alla ricerca di un posto nella cosiddetta parte sinistra della classifica. Pecchia, la cui panchina traballa sempre di più, recupera Pazzini al centro dell’attacco e riparte dal consueto 4-3-3 con Bruno Zuculini in cabina di regia, Caceres terzino destro e la coppia di esterni offensivi di scuola Roma Cerci-Verde. Sul versante opposto Donadoni, orfano dell’infortunato Di Francesco, ritrova sia Mirante che Pulgar e torna ad affidarsi a Destro in avanti, con Verdi e Palacio a supporto.
La partita si sviluppa fin da subito su ritmi molto alti, con le due squadre che si sfidano a viso aperto e senza troppi tatticismi, e a trarne beneficio è lo spettacolo. Meglio i rossoblù in avvio, ma al 12’ è l’Hellas a passare in vantaggio: cross dalla sinistra di Fares, uscita a vuoto di Mirante e inzuccata vincente di Cerci, con Masina in ritardo nella marcatura. Il Bologna accusa la mazzata e sembra in difficoltà, al 21’ però una bella combinazione al limite dell’area tra Verdi e Palacio libera al tiro Destro, che trafigge Nicolas sul primo palo per l’1-1 e si scrolla finalmente di dosso una sorta di maledizione.
Al 25’ Helander non inquadra di un soffio lo specchio della porta su corner di Verdi, ma di lì a poco ecco una nuova disattenzione della retroguardia a condannare i felsinei: al 33’ traversone sempre dalla sinistra, stavolta di Verde, colpo di testa di un liberissimo Caceres respinto non alla perfezione da Mirante e tap-in vincente in scivolata dello stesso uruguaiano. A farne le spese, sul piano dei singoli, è Masina, sostituito da Mbaye dopo una mezzora da incubo. Nel finale i ragazzi in maglia bianca hanno poi la chance per rientrare negli spogliatoi sul 2-2, ma il tocco sotto di Destro su lancio millimetrico di Pulgar si perde alto sulla traversa.
La ripresa si apre con gli scaligeri in apparente controllo della situazione e un brivido al 17’ per Mirante, bravo a distendersi e ad allontanare una velenosa punizione di Cerci dalla lunga distanza. Donadoni intanto sostituisce Destro, comunque apprezzabile per impegno e qualità delle giocate, con Okwonkwo, ed è una mossa che paga, perché al 29’ il giovane nigeriano si avventa su un cross al bacio di Verdi e incorna la sfera alle spalle di Nicolas. Ma non è finita. Minuto 31, Donsah si libera splendidamente al tiro sui venti metri e lascia partire un siluro che si insacca nell’angolino più lontano, lanciandosi poi in una danza scatenata circondato dai compagni per festeggiare il 2-3.
Mai in questa stagione il Bologna era riuscito a ottenere punti dopo essere passato in svantaggio, ma l’ultimo quarto d’ora dei rossoblù al Bentegodi è da applausi per padronanza e concentrazione e vale una vittoria tanto rocambolesca quanto importante e meritata. Fatta eccezione per una pericolosa deviazione all’indietro di Helander smanacciata in corner da Mirante al 41’, infatti, non accade più nulla, e il nono posto in coabitazione con Fiorentina e Chievo a quota 17 diventa realtà. In attesa delle analisi gli approfondimenti del caso, un sorriso e un bella boccata d’ossigeno ad interrompere una mini crisi che stava iniziando a preoccupare. Anche se con qualche sofferenza di troppo.

IL TABELLINO

VERONA (4-3-3): Nicolas; Caceres, Heurtaux, Caracciolo, Fares; Romulo, Zuculini B., Buchel (22’ st Fossati); Verde, Pazzini, Cerci (34’ st Lee).
A disp.: Coppola, Silvestri, Felicioli, Calvano, Souprayen, Zuculini F., Bearzotti, Tupta.
All.: Pecchia

BOLOGNA (4-3-3): Mirante; Krafth, Gonzalez, Helander, Masina (35’ pt Mbaye); Poli, Pulgar, Donsah; Verdi, Destro (12’ st Okwonkwo, 44’ st Falletti), Palacio.
A disp.: Da Costa, Ravaglia, De Maio, Maietta, Torosidis, Crisetig, Nagy, Taider, Krejci.
All.: Donadoni

Arbitro: Mariani di Aprilia
Ammoniti: 6’ pt Gonzalez (B), 8’ pt Buchel (V), 14’ st Fares (V)
Espulsi:
Marcatori: 12’ pt Cerci (V), 22’ pt Destro (B), 33’ pt Caceres (V), 29’ st Okwonkwo (B), 31’ st Donsah (B)
Recupero: 2’ pt, 4’ st

© Riproduzione Riservata

Foto: bolognafc.it