Sempre e Comunque
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

Sadiq:

Bologna, un’altra vittoria buttata via: i rossoblù sprecano tanto, il Sassuolo pareggia nel finale

Bologna-Sassuolo, un derby giovane tra due squadre dal grande potenziale e due società con le idee chiare che fanno della programmazione il loro credo. Per il posticipo delle ore 18 Donadoni continua nel solco del 4-3-3, sostituendo Mbaye con Torosidis sulla corsia di destra e ridando fiducia a Masina, accolto dalla Curva Bulgarelli con uno splendido striscione, su quella mancina, con Floccari confermato al centro dell’attacco. Sul versante opposto lo schieramento tattico di Di Francesco è speculare, con Ricci e Iemmello preferiti a Politano e Ragusa a supporto di Defrel.
L’approccio al match dei rossoblù, come avvenuto sette giorni fa a Roma contro la Lazio, è pressoché perfetto, e la logica conseguenza è il gol del vantaggio che arriva al 10’: Taider si procura un calcio di punizione dal limite e il solito meraviglioso Verdi trafigge Consigli con una traiettoria da applausi che si insacca all’incrocio dei pali. Di lì a poco gli ospiti perdono capitan Magnanelli per un problema muscolari, e nel frattempo il Bologna continua a premere sull’acceleratore, sfiorando il raddoppio prima al 13’ con un tiro-cross di Floccari sul quale Krejci non riesce ad arrivare per un soffio, poi al 15’ con una clamorosa traversa da Torosidis a porta sguarnita dopo una botta da fuori dello stesso Krejci smanacciata da Consigli.
La partita è bellissima e si sviluppa su ritmi molto alti, i felsinei continuano a collezionare corner e occasioni ma la mira di Taider al 30’ e Masina al 35’ è imprecisa. Da segnalare anche due gol annullati dall’arbitro Irrati per fuorigioco, uno piuttosto netto di Krejci e uno piuttosto dubbio di Torosidis, autore dell’assist vincente per il tap-in di Floccari. Si va quindi al riposo soltanto sull’1-0, quando invece il divario tra le due formazioni dovrebbe essere ben più ampio.
Nell’intervallo Di Francesco sostituisce uno spento Sensi con Politano, cercando di aumentare la pericolosità offensiva propria squadra, ma nella ripresa il copione non cambia e sono sempre i rossoblù a tenere in mano le redini della sfida. Al 16’ Dzemaili recupera di forza un pallone sulla trequarti e serve Floccari, che allarga alla sua destra per la staffilata dell’accorrente Taider, potente ma troppo alta. Ancora Floccari protagonista in veste di assist-man al 25’, quando l’ex di turno serve a rimorchio l’accorrente Dzemaili, il cui tiro viene bloccato non senza qualche affanno da Consigli.
Il Sassuolo si vede dalle parti di Da Costa solo al 30’ con un sinistro di Politano, e al 38’ il Bologna ha sul piede di Krejci la possibilità di portarsi sul 2-0 e mettere la parola fine sull’incontro, ma la conclusione dell’esterno ceco su perfetto suggerimento del neo entrato Sadiq si perde clamorosamente a lato. E così, come vuole la più beffarda delle leggi calcistiche, ecco che al 42’ gli ospiti capitalizzano al massimo l’unica vera chance da rete creata nei novanta minuti: lancio lungo di Lirola dalle retrovie, leggera incertezza della coppia Maietta-Helander e il neo entrato Matri ne approfitta superando Da Costa con un delicato pallonetto. Un dominio assoluto gettato alle ortiche.
Nel recupero sono addirittura i neroverdi a sfiorare il colpaccio con un’altra conclusione velenosa di Politano al 47’, ma una sconfitta dopo una prestazione del genere sarebbe stata davvero inaccettabile. Già è difficile accettare questo pareggio, che cambia di poco la situazione in classifica e non premia l’ottimo spettacolo offerto dagli uomini di Donadoni, che stasera si sono dimostrati nettamente superiori e hanno fatto divertire il pubblico del Dall’Ara. Unica pecca, e non è certo una pecca da poco, la mira sotto porta. L’assenza di Destro pesa eccome, ma negli ultimi sedici metri si doveva e si poteva comunque fare meglio, per evitare un’altra domenica sì senza sconfitta, ma piena di amarezza e rimpianti.

IL TABELLINO

BOLOGNA (4-3-3): Da Costa; Torosidis, Helander, Maietta, Masina; Taider, Nagy (25’ st Pulgar), Dzemaili; Verdi (43’ st Di Francesco), Floccari (35’ st Sadiq), Krejci.
A disp.: Gomis, Sarr, Ferrari, Mbaye, Oikonomou, Donsah, Rizzo, Viviani, Mounier.
All.: Donadoni

SASSUOLO (4-3-3): Consigli; Lirola, Cannavaro, Acerbi, Peluso; Biondini, Magnanelli (12’ pt Pellegrini), Sensi (1’ st Politano); Ricci, Defrel, Iemmello (27’ st Matri).
A disp.: Pegolo, Pomini, Antei, Dell’Orco, Gazzola, Duncan, Mazzitelli, Adjapong, Ragusa.
All.: Di Francesco

Arbitro: Irrati di Pistoia
Ammoniti: 32’ st Pellegrini (S)
Espulsi:
Marcatori: 10’ pt Verdi (B), 42’ st Matri (S)
Recupero: 2’ pt, 3’ st
Note: 20.201 spettatori (di cui 13.576 abbonati)

© Riproduzione Riservata