Anticipi e posticipi fino alla 36^giornata, variazioni per le sfide contro Cagliari e Juventus

Destro salva il Bologna, al Dall’Ara è 1-1 contro un buon Cagliari

Il Bologna per conquistare la terza vittoria di fila e dare la caccia al settimo posto, il Cagliari per riscattare la brutta sconfitta in Coppa Italia contro il Pordenone e allontanarsi ulteriormente dalla zona calda della classifica: al Dall’Ara, davanti agli occhi del patron felsineo Joey Saputo, va in scena una sfida interessante e dall’esito tutt’altro che scontato. Sfida tra ex in panchina, con Donadoni che rilancia Masina dall’inizio Masina e conferma il tridente d’attacco composto da Verdi, Destro e Palacio, mentre Lopez riparte dal 3-5-2 con Cigarini in cabina di regia e la coppia Joao Pedro-Pavoletti in avanti.
La partita si sviluppa su ritmi abbastanza bassi, con le due squadre intente a studiarsi senza scoprirsi più di tanto, e la prima emozione arriva soltanto al 24’ per via di un gol annullato a Verdi, pescato in fuorigioco millimetrico su cross di Poli. I padroni di casa iniziano a premere e al 27’ ecco un episodio da moviola: Ceppitelli tocca il pallone di mano in area di rigore per ostacolare un’incornata di Palacio ma l’arbitro La Penna lascia proseguire e anche gli addetti VAR non intervengono, a differenza di quanto accaduto a Krafth qualche settimana fa con il Crotone. In campo continua a regnare l’equilibrio, ma nel finale di tempo arriva la giocata che sblocca il punteggio, con Faragò che pesca Joao Pedro a pochi passi da Mirante e il brasiliano che incrocia la sfera alla perfezione sul palo più lontano per l’1-0. Stadio ammutolito e rientro negli spogliatoi a testa bassa per Mirante e compagni.
La seconda frazione si apre col brivido al 5’, quando Ionita viene imbeccato in area da Pavoletti e lascia partire una sassata mancina che il portiere rossoblù tocca miracolosamente in corner. Il match è brutto e nervoso, fioccano gli errori e i cartellini gialli, e intanto il Cagliari inizia a vedere meno lontano il traguardo dei tre punti. Le occasioni, a dire il vero, ci sono, la rete però non ne vuole sapere di gonfiarsi: al 15’ Pulgar impegna severamente Rafael su punizione dai venti metri, al 24’ Poli arriva scoordinato su un traversone di Palacio e calcia alto di un soffio sopra la traversa, poi al 30’ ci prova Donsah dalla distanza ma la sua rasoiata è troppo debole e centrale per impensierire l’estremo difensore brasiliano. Donadoni si gioca allora la carta Okwonkwo per un esausto Poli, e anche Destro sembra sul punto di lasciare il posto a Petkovic, ma al 36’ è proprio il numero 10 ad avventarsi da bomber di razza su un lancio di Masina e a realizzare di testa il gol del pareggio.
Un pareggio meritato quello del Bologna, che trascinato dalla Curva Andrea Costa prova anche a vincere ma in un paio di mischie davanti a Rafael non riesce a trovare il guizzo vincente. Al triplice fischio conclusivo del rivedibile La Penna il rammarico si mischia alla consapevolezza di aver compiuto un altro mezzo passo falso, di nuovo tra le mura amiche, ma è forte anche la sensazione che tutto sommato questo 1-1 contro un Cagliari compatto e aggressivo non è affatto da buttare, considerando anche la fragorosa sconfitta del Chievo a San Siro sponda Inter, il pareggio tra Torino e Atalanta e quello clamoroso del Milan a Benevento. Per i rossoblù il salto di qualità, ancora una volta, è rimandato, ma forse non è poi così lontano.

IL TABELLINO

BOLOGNA (4-3-3): Mirante; Mbaye, De Maio, Maietta, Masina; Poli (33’ st Okwonkwo), Pulgar, Donsah; Verdi, Destro (46’ st Petkovic), Palacio.
A disp.: Da Costa, Ravaglia, Brignani, Helander, Keita, Krafth, Crisetig, Nagy, Taider, Krejci.
All.: Donadoni

CAGLIARI (3-5-2): Rafael A.; Romagna, Ceppitelli, Pisacane (39’ st Capuano); Faragò, Barella (47’ st Deiola), Cigarini, Ionita, Padoin; Joao Pedro (27’ st Dessena), Pavoletti.
A disp.: Cragno, Daga, Andreolli, Miangue, Van Der Wiel, Cossu, Farias, Melchiorri, Sau.
All.: Lopez

Arbitro: La Penna di Roma
Ammoniti: 29’ pt Destro (B), 44’ pt De Maio (B), 2’ st Ceppitelli (C), 13’ st Barella (C), 17’ st Palacio (B), 19’ st Maietta (B), 22’ st Poli (B), 40’ st Mirante (B)
Espulsi:
Marcatori: 42’ pt Joao Pedro, 36’ st Destro (B)
Recupero: 1’ pt, 4’ st
Note: 17.780 spettatori

© Riproduzione Riservata