Di nuovo un buon Bologna, di nuovo zero punti: la Fiorentina vince 2-1

Di nuovo un buon Bologna, di nuovo zero punti: la Fiorentina vince 2-1

La Fiorentina alla ricerca di continuità dopo la goleada di Verona, il Bologna con tanta voglia di rialzarsi dopo l’ingiusta sconfitta contro il Napoli. Al Franchi va in scena il derby dell’Appennino numero 145 nella storia e Donadoni, orfano degli infortunati Maietta, De Maio e Krejci, torna al 4-3-3 affidando le chiavi dell’attacco a Palacio, preferito inizialmente a Destro, con Taider di nuovo titolare al fianco di Poli e Pulgar. Sul versante opposto Pioli, grande ex della sfida insieme al d.s. Corvino, propone un 4-2-3-1 sorretto in mediana da Badelj e Veretout, con il trio Chiesa-Thereau-Benassi a supporto dell’unica punta Simeone.
I padroni di casa prendono subito in mano le redini del gioco, trovando però sulla loro strada un avversario compatto, organizzato e sempre pronto a ripartire. Thereau chiama in causa Mirante al 10’ con un colpo di testa potente ma troppo centrale, prima di una lunga fase di stallo in cui il possesso palla dei viola si dimostra abbastanza sterile. L’azione più pericolosa è di marca rossoblù e va in scena al 30’, quando Verdi serve sulla corsa Palacio e l’argentino sfiora di un soffio il bersaglio grosso con un tocco di punta. L’ultimo quarto d’ora, invece, è all’insegna dei tentativi dalla lunga distanza, con Pulgar al 37’ e Chiesa al 40’ che trovano sulla loro strada i guantoni di Sportiello e Mirante.
Il match si sblocca per merito della Fiorentina solo al 6’ della ripresa, e la rete è davvero da applausi: Chiesa converge dalla sinistra, mette a sedere Krafth e lascia partire uno splendido destro a giro che si spegne sotto l’incrocio dei pali. La risposta del Bologna, però, è veemente e immediata, perché due minuti dopo Taider e Palacio si disimpegnano in un pregevole fraseggio volante al limite dell’area che si chiude con una sassata del numero 24 alle spalle di Sportiello. 1-1, ma il pareggio dura poco, e a mettere la freccia sono ancora i toscani, che al 26’ trovano il gol del nuovo sorpasso con Pezzella, bravo a saltare più in alto di tutti su corner di Biraghi e a beffare Mirante in pallonetto.
Donadoni corre ai ripari inserendo Petkovic e passando al 4-2-3-1, e la fisicità del croato aiuta la squadra ad alzarsi molto, mettendo in affanno Astori e compagni. Dopo una bella iniziativa del solito Chiesa al 27’, chiusa con un mancino a lato di poco, ecco al 39’ l’occasionissima per il 2-2: traversone di Taider sporcato da Badelj, inzuccata di Palacio e palo pieno. È l’ultimo sussulto di una partita equilibrata e intensa, specialmente nella ripresa, con il verdetto del campo a favorire fin troppo la Fiorentina. Per il Bologna un altro k.o., il secondo di fila, nonostante un approccio intelligente all’incontro e una prestazione di tutto rispetto. Rabbia e amarezza, ma anche la sensazione sempre più forte di potersela giocare pressoché alla pari con tante altre formazioni di questa modesta Serie A.

IL TABELLINO

FIORENTINA (4-2-3-1): Sportiello; B. Gaspar, Pezzella Ge., Astori, Biraghi; Veretout, Badelj; Chiesa (37’ st Eysseric), Thereau (33’ st V. Hugo), Benassi (1’ st G. Dias); Simeone.
A disp.: Cerofolini, Dragowski, Cristoforo, Laurini, Milenkovic, M. Olivera, C. Sanchez, Babacar, Lo Faso
All.: Pioli

BOLOGNA (4-3-3): Mirante; Krafth, Helander, Gonzalez, Masina (31’ st Mbaye); Poli (28’ st Petkovic), Pulgar, Taider; Verdi, Palacio, Di Francesco (35’ st Okwonkwo).
A disp.: Da Costa, Ravaglia, Brignani, Crisetig, Donsah, Nagy, Destro.
All.: Donadoni

Arbitro: Valeri di Roma
Ammoniti: 9’ pt Palacio (B), 16’ pt Badelj (F), 28’ pt Di Francesco (B), 31’ st Helander (B)
Espulsi:
Marcatori: 6’ st Chiesa (F), 8’ st Palacio (B), 24’ st Pezzella Ge. (F)
Recupero: 1’ pt, 4’ st

© Riproduzione Riservata

Foto: bolognafc.it