Sempre e Comunque
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

Il Bologna si consegna nelle mani dell'Atalanta, Ilicic e compagni si divertono: 4-1

Il Bologna si consegna nelle mani dell’Atalanta, Ilicic e compagni si divertono: 4-1

Raccontare Atalanta-Bologna, ultimo match del 30^ turno di Serie A, è molto semplice per un giornalista ma terribilmente difficile per un tifoso. Perché Mihajlovic sceglie di presentarsi a Bergamo con una formazione piena zeppa di riserve, per preservare i giocatori diffidati e affaticati in vista del Chievo, e senza un preciso senso logico, finendo con le ossa rotte dopo appena cinque minuti per mano di Ilicic: al 3’ splendido mancino a giro nel sette dal limite, al 5’ destro secco all’angolino da posizione defilata. Ma non è finita, perché al quarto d’ora gli orobici sono già sul 4-0: al 9’ diagonale perentorio di Hateboer su assist dello stesso Ilicic, al 15’ sassata all’incrocio di Zapata dopo un duello spalla a spalla con Gonzalez. Umiliante, inaccettabile, specialmente per i quasi duecento cuori rossoblù presenti all’Atleti Azzurri d’Italia sotto il diluvio, perché più che una strategia lungimirante è un consegnarsi nelle mani dell’avversario, ‘impensierito’ solo dalle timide conclusioni di Krejci al 13’ e Orsolini al 34’, parate da Gollini.
Nella ripresa, complice un’Atalanta ormai paga e dei ritmi sempre più bassi, i felsinei riescono se non altro a contenere il passivo e a trovare la rete della bandiera al 9’ con un gran calcio di punizione dalla lunga distanza di Orsolini, sfiorando anche il 2-4 in un paio di circostanze con Falcinelli. Intanto il buon Sinisa, davanti ad un perplesso patron Saputo, prosegue nel suo turnover di massa mandando in campo anche l’esordiente Valencia e il carneade Paz, ma fortunatamente Gasperini lo imita e richiama in panchina prima Gomez e in seguito Ilicic, facendo di fatto scorrere i titoli di coda su questa sorta di amichevole del giovedì. E quindi, complice la vittoria ottenuta ieri dall’Empoli su un morbidissimo Napoli, oltre al pareggio dell’Udinese a San Siro e al colpo della Spal con la Lazio, Bologna di nuovo terzultimo. Se si è trattata di una mossa che pagherà o di un’incredibile autogol lo capiremo solo lunedì sera al Dall’Ara e nelle sfide successive, ma stasera, dopo tre successi di fila e un periodo pieno di sorrisi e ottimismo, c’è spazio solo per amarezza, sconforto e preoccupazione.

IL TABELLINO

ATALANTA (3-4-2-1): Gollini, Mancini, Palomino, Masiello; Hateboer, De Roon, Freuler (45’ st Pessina), Gosens; Ilicic (18’ st Barrow), Gomez (1’ st Pasalic); Zapata D.
A disp.: Berisha, Rossi, Castagne, Djimsiti, Ibañez, Reca, Kulusevski, Piccoli.
All.: Gasperini

BOLOGNA (4-3-3): Skorupski; Calabresi, Gonzalez (22’ st Paz), Lyanco, Krejci; Donsah, Pulgar (38’ st Poli), Nagy; Orsolini, Falcinelli, Sansone (18’ st Valencia).
A disp.: Da Costa, Danilo, Dijks, Helander, Mbaye, Dzemaili, Soriano, Palacio, Santander.
All.: Mihajlovic

Arbitro: Rocchi di Firenze
Ammoniti: 6’ st Gonzalez (B), 15’ st Zapata (A), 41’ st Calabresi (B), 42’ st Valencia (B), 42’ st Hateboer (A)
Espulsi:
Marcatori: 3’ pt Ilicic (A), 4’ pt Ilicic (A), 9’ pt Ilicic (A), 15’ pt Zapata D. (A), 9’ st Orsolini (B)
Recupero: 0’ pt, 2’ st 

© Riproduzione Riservata

Foto: sportmediaset.mediaset.it