Sempre e Comunque
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

Noi e gli altri

Noi e gli altri

Noi e gli altri, tu ed io, giorno dopo giorno (I Camaleonti, ‘Noi e gli altri’, 1967) – Se si domina una partita in casa della quinta in classifica, si perde più che immeritatamente, e complici i contemporanei successi delle contendenti la forbice tra sé e la permanenza in Serie A si allarga e torna a segnare un -3, ecco che si potrebbe pensare non persistano più le condizioni per continuare a sventolare la bandiera dell’ottimismo. Niente di più sbagliato.
Da quando è arrivato Sinisa Mihajlovic, il Bologna ha dato prova di potersela veramente «giocare alla pari con tutte le squadre», slogan ormai inflazionato e che finora non aveva ottenuto alcun effettivo riscontro sul campo. Nessuna delle attuali avversarie dei rossoblù (Empoli, Spal, Udinese e Cagliari) può dire lo stesso, e nonostante nel corso del campionato abbiano mietuto vittime illustri, c’è da credere che da qui a maggio, quando dovranno affrontare le cosiddette ‘grandi’, perderanno parecchi punti per strada.
Se non ci si sente abbastanza sicuri nell’affidarsi alle previsioni, allora basti sapere che la Spal ha conquistato una sola vittoria nelle ultime quindici giornate, l’Empoli due nelle ultime dieci, l’Udinese nel 2019 è riuscita a piegare solamente il malandato Chievo, e il Cagliari non strappa due risultati utili consecutivi addirittura da inizio dicembre.
Al contrario, i felsinei hanno dato prova di disporre dei mezzi necessari per portare via punti pesanti da qualunque campo, e la sensazione sempre più forte è che saranno altrettanto pronti a fare bottino pieno quando la gara in calendario non presenterà alternative.
È sufficiente per non avere più paura?

© Riproduzione Riservata

Foto: Getty Images