Cosa ci insegna la Fortitudo

Cosa ci insegna la Fortitudo

Chi scrive non segue il basket e quando lo fa è spesso portato a credere che una rimessa dal fondo sia un calcio d’angolo, il canestro un gol, un tiro libero un rigore. Ma una cosa mi è balzata agli occhi con icastica differenza: l’urgenza di vincere della Fortitudo. Come in una rivelazione improvvisa – tardiva, direte voi – ho colto il divario abissale tra il Bologna e la sua squadra gemella nel basket. Gemella perché residente in città, mica per altro. Perché in comune queste due formazioni sembrano avere davvero poco. Ho immaginato un quintetto di basket formato da calciatori del Bologna. Non importa far nomi: il livello sarebbe più o meno identico a prescindere dalle rotazioni. E ho fatto lo stesso esercizio traslando questi (per me fino ad oggi) carneadi del basket sul campo al Dall’Ara.
Esattamente ci rendiamo conto di cosa abbiamo visto quest’anno? No, non abbiamo visto una squadra debole, perché la cifra tecnica – da un certo momento in poi – non vale più. Abbiamo visto, drammaticamente, una squadra che non aveva voglia di vincere. E chi ha goduto dello spettacolo della Fortitudo, almeno in gara quattro con Trieste, non può non aver fatto questo stesso disarmante pensiero. La paralisi della volontà. Proprio come quella che ha colto l’Empoli, capace di vincere solo col Bologna (guarda caso) nelle ultime cinque partite contro avversari già arrivati a traguardo. Se esiste una cura per tutto questo, non sarà il mercato a fornirla. Perchè la voglia di vincere non si trasmette insufflando milioni (ce ne fossero, poi…) nel portafoglio di un direttore sportivo. La voglia di vincere, di cambiare il destino di una partita e quindi di un campionato, è un clima, un orizzonte, un contesto, un ambiente, una poetica, una filosofia, un imperativo morale, un’esigenza personale, uno sguardo diverso da offrire alle telecamere, una frase sfrondata di retorica da presentare ai tifosi. Prendete esempio dalla Fortitudo, prima che sia troppo tardi.

© Riproduzione Riservata

Foto: fortitudo103.it