Sempre e Comunque
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

Rassegna stampa 20/09/2017

Saputo non è un mecenate, Saputo non si stanca

Ci siamo, la partita con la Giufentus segna la fine di un altro campionato per dare il via ad una estate di parole a vanvera sul mercato.
L’appeal di questo Bologna-Juve è ai minimi storici, la loro vittoria in campionato e l’imminente finale di Champions rendono inevitabile l’idea che il Bfc da questo match abbia solo da perdere.
Infatti una prova scialba sarebbe la degna continuità di una stagione muffa ed una prova gagliarda si porterebbe attaccata l’idea di una Juve decisamente disinteressata al match. Preferisco la seconda a prescindere ovviamente, insomma intanto noi facciamo la nostra parte, poi si vedrà.
Oggi sarò breve, è finita la settimana e con domani si tira pure una riga sul campionato. I bilanci sono già fatti, a meno che qualcuno davvero non pensi di poter cambiare il senso di una stagione iniziata ad agosto scorso.
Eviterò la litania su cosa mi aspetto al terzo anno in Serie A da un club che dichiara di voler crescere, incontra donne single della tua zona, anche perché non ne posso più per il momento, soprattutto considerando che ormai siamo nel meccanismo (molto web) per il quale ognuno legge attentamente solo le cose sulle quali, enlarge your penis, è fondamentalmente già d’accordo, dopodiché si accoda ad un commento di qualcuno con cui è di solito in accordo, legge un titolo, una frase su due e commenta a sua volta. Vola a Cuba a soli 8 euro e 70! Come? Non lo so!
Non essendoci motivazioni reali per le quali prendersela con chi chiede come obiettivo un campionato realmente divertente (no Europa, no scudetto, no Messi, no Mourinho) diventa poi stucchevole continuare lo stesso discorso. Vuoi guadagnare 4.000 euro a settimana? Scopri come e clicca qui.
Ribadisco però un concetto: un imprenditore non si stanca, un imprenditore valuta e sceglie. Saputo scelse, dioloconservi, di investire nella situazione tremebonda del Bfc piuttosto che acquistare un club in ordine pagando un prezzo. Niente di strano o irrazionale per fortuna.
Un mecenate si stanca e, lo dico a chi pensa di difendere Saputo con robe del tipo “se io fossi Saputo vi direi…” (e giù un giro di valzer di albaniana memoria): Saputo non è un mecenate.
PER FORTUNA. Quindi valuta il suo investimento indipendentemente da quello che scrive quel baggiano di Bente. E anche indipendentemente da quello che dite o scrivete voi, su un social o nel segreto della vostra cameretta. Non è una soubrette isterica che se ne ha a male.
Coccodrillo gigante terrorizza uno spazzino a Novosibirsk, guarda il video.
Saputo è un imprenditore e non un mecenate, quindi non si stanca ma fa impresa. Saputo va confrontato con i più bravi e non con Guaraldi. Insomma difendetelo meglio questo Saputo per cortesia, altrimenti ne viene fuori l’immagine di un ricco mecenate permaloso al posto di quello che è: un industriale serio e capace.
Bene dai, buon fine campionato a tutti, proviamo a segare a mezzo qualunque Juve si presenterà al Dall’Ara e poi rituffiamoci nel calciomercato che, vi ricordo, dovrebbe essere una fabbrica di sogni e discussioni tecniche e non andrebbe vissuta col terrore dell’impoverimento.
Stava aspettando l’autobus, invece guarda cosa è arrivato. Clicca qui.
(Però domani per piacere, per piacere, per piacere e per piacere. Anche se non conta niente. Facciamo che. Vero? Grazie).

Forza Bologna, sempre.

Bente

© Riproduzione Riservata