Sempre e Comunque
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

Grazie Mihajlovic, grazie Saputo

Grazie Mihajlovic, grazie Saputo

Chi ci segue da tempo sa che sulle pagine web di Zerocinquantuno sono ammesse opinioni e riflessioni di ogni tipo, anche molto diverse tra loro. Una volta preso atto di questo, si possono leggere i nostri articoli in totale serenità, senza la pretesa di arrivare ad una verità intoccabile, senza che qualcuno abbia ragione da vendere e qualcun altro torto marcio. Tutto può servire al lettore per ragionare e formarsi la propria idea.
Riguardo a Sinisa Mihajlovic e al suo rinnovo di contratto col Bologna, io ho il mio pensiero, che segue uno schema molto semplice e forse ‘buonista’, ma tant’è: ultima partita della stagione (dopo la salvezza bisognava tenere la squadra ancora sul pezzo per battere il Napoli e chiudere decimi); faccia a faccia con Saputo, ambizioni che convergono e soddisfazione generale; valutazioni in autonomia (perché se sei l’allenatore del momento è anche giusto non lasciare nulla di intentato) e verosimile telefonata di qualche amico (Petrachi, Totti…) per sondare il terreno; parola mantenuta, nuovo incontro positivo con la dirigenza rossoblù (che nel mentre aveva accolto Walter Sabatini e iniziato a seguire le indicazioni del mister sul mercato) e ok definitivo a proseguire insieme; trattativa con l’agente Federico Pastorello per stilare il contratto. Un contratto che sarà con la C maiuscola, certo.
Non conosco personalmente Sinisa, ma non mi pare un uomo falso, un ruffiano, uno che prova ad imbonirsi i tifosi baciando lo stemma del club in cui si trova. È un duro e puro, sintetizzando al massimo. Nella sua carriera fin qui ha vissuto alti e bassi, incassando le mazzate senza farla troppo lunga e sfruttando il più possibile i momenti positivi. Forse Bologna lo ha toccato nel cuore più di ogni altra piazza, ma questo per ora non lo ammette e si trincera dietro un sorriso appena accennato, per non tradire la nomea (un po’ abusata, da noi che commentiamo) di condottiero serbo tutto d’un pezzo. Un condottiero che però non è solo grinta e capacità motivazionali, ma anche sagacia tattica e valorizzazione della tecnica. A tal proposito ne approfitto per fare mea culpa, perché da questo punto di vista lo sottovalutavo.
A Mihajlovic bisogna ovviamente dire grazie per quanto fatto in termini numerici, di risultati, di classifica, ma in particolare per l’incredibile entusiasmo che è riuscito a riaccendere in soli quattro mesi. Nella tifoseria, che è tornata a respirare un’aria simile a quella del post promozione in Serie A nel 2015. E nel presidente, che durante la stagione aveva già lasciato intendere (al pari dell’amministratore delegato Claudio Fenucci, allora accusato addirittura di polemizzare con Saputo, quando in realtà si era limitato a rinforzare un concetto già espresso dal patron) come fossero necessari nuovi investimenti sulla parte sportiva, e dal campo ha ricevuto la definitiva spinta per lanciarsi nella tanto attesa seconda fase del suo graduale progetto di crescita.
You may say I’m a dreamer, come cantava John Lennon in Imagine, ma resto convinto che vedere la propria ‘creatura’ gonfiare la rete e far esplodere uno stadio intero, mietendo un record – finalmente positivo – dopo l’altro, riesca a far vibrare l’anima anche ad un avveduto businessman che giustamente non vuole mai fare il passo più lungo della gamba (ma di passi ne sta facendo, eccome). Anche a lui, in primis a lui, va detto ancora grazie per tutti gli sforzi compiuti sino ad oggi. Quello relativo al dorato rinnovo di Sinisa non è che l’ennesimo: non era affatto scontato, nonostante lo splendido biglietto da visita presentato dal mister, e contiene in sé una discreta percentuale di rischio (qui mi trovo d’accordo col Tosco, il calcio è maledetto ed è sempre facile parlare coi soldi degli altri), ma a mio modesto avviso, dopo le opportune e comprensibili riflessioni da ambo le parti, credo che per il bene del Bologna non ci potesse essere soluzione migliore.

© Riproduzione Riservata

Foto: Getty Images