Sempre e Comunque
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

Che bel Bologna...

Che bel Bologna…

Skorupski 6 – Decisamente meno impegnato rispetto al collega, para tutto quello che deve e che può. Sul secondo gol di Fazio è Dzemaili che dovrebbe provare a metterci una gamba, o un’altra parte anatomica.

Mbaye 6,5 – Combatte con più verve del solito, e impedisce folate offensive significative. Peccato che la miglior prestazione stagionale non sia benedetta da un risultato che la possa ricordare.
Danilo 6 – Qualche sbavatura in disimpegno, ma prestazione di solida affidabilità. Helander gli fa franare addosso El Shaarawy e così contribuisce a formare l’effetto ‘panino’ che induce l’arbitro ad assegnare il rigore.
Helander 5,5 – Sfiora persino il gol, gioca bene per tutta la gara, tranne che nell’episodio fondamentale, in cui non capisce che il pallone sta andando nella terra di nessuno: ingenuità colossale e rigore inevitabile.
Dijks 6 – Lo elogia pure Di Francesco. Ma serve a poco. Nei minuti di recupero un fallo ingenuo provoca la perdita di tempo che traghetta la Roma verso il risultato.

Poli 6,5 – Un altro, rispetto all’epoca Inzaghi. Arrembante in ogni zona del campo, pure pericoloso in fase offensiva. Suo anche il tiro-cross che mette Edera nelle condizioni di segnare.
Pulgar 6 – Ammonito, esce per far spazio a Falcinelli. Orchestra un centrocampo elastico e propositivo.

Edera 6 – Un’occasione ciclopica che spreca fermando il pallone e girandosi. Ma se l’avesse colpita di tacco, alla cieca?
Soriano 6 – Troppe occasioni per non cavarne almeno un gol. La traversa che colpisce più che sfortuna è mira sbagliata.
Sansone 6,5 – Il primo gol col Bologna ricorda le sgroppate longitudinali di Robben.

Santander 6 – ‘Bisonteggia’ in lungo e in largo. Sempre pericoloso.

Svanberg (21′ st) s.v. – Non lucidissimo in qualche dettaglio.
Dzemaili (27′ st) 5,5 – Entra e si fa trovare sul luogo del delitto. Cioè del gol di Fazio, che gli passa accanto.
Falcinelli (30′ st) 6 – Un gran botta col mancino che scalda i guantoni di Olsen.

Mihajlovic 7 – Una partita maiuscola, preparata senza almeno tre titolari. In barba a chi sosteneva che il cambio di Inzaghi non fosse dovuto.

Arbitro Di Bello e assistenti 5,5 – Il rigore si può dare, ma se fosse capitato a parti invertite lo avrebbe fischiato? Nel recupero del secondo tempo sembra non vedere l’ora di fischiare la fine, in anticipo rispetto ai quattro minuti previsti.

© Riproduzione Riservata

Foto: bolognafc.it