Sempre e Comunque
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

Bologna a due facce, ottima ripresa dopo un primo tempo opaco

Bologna a due facce, ottima ripresa dopo un primo tempo opaco

Mirante 6 – Tutto nella norma, concentrato anche nelle operazioni di ordinaria amministrazione e protagonista nel finale con una grande parata su Coda. 

Mbaye 6 – Inaugura la partita con una falla rovinosa sulla sua corsia, poi si riprende e ci mette tanta corsa e determinazione.
De Maio 6,5 – Una partita senza acuti nobilitata dal gol della sicurezza, con esultanza differita in attesa del giudizio VAR.
Maietta 6 – In campo a sorpresa, sfodera la consueta prestazione di esperienza, con non rare incursioni offensive palla al piede.
Masina 6 – Più attento del solito, gestisce palloni complicati con attenzione. Cede il posto a Torosidis ormai a giochi fatti.

Dzemaili 6,5 – Una partita incolore diventa trionfo nel finale, col 3-0 che ci ricorda subito il motivo di tanta rabbia, quando fu scippato al Bologna a quattro giornate dalla fine dello scorso campionato.
Poli 6 – Rileva Pulgar nel ruolo di regista, senza averne propriamente i tempi, a vantaggio di una fisicità e di una personalità che contagiano sempre i compagni.
Donsah 6 – Troppo compassato nel primo tempo, con il Benevento che ne approfitta a mani basse, decisamente meglio nella ripresa, anche se da lui è lecito aspettarsi di più.

Verdi 6,5 – La sua partita, per acclamazione, diventa al servizio completo dei compagni, con due assist. Sfiora il gol che avrebbe peraltro meritato.
Destro 6,5 – Appare come una meteora per segnare con una zampata il gol dell’1-0, il quinto stagionale, il 24° da quando è a Bologna.
Palacio 6,5 – Grande ardimento, grande corsa, grande tecnica, e sempre nel mezzo della battaglia. 

Di Francesco (25′ st) 6 – Non accende molto la manovra, ma almeno ci prova.
Pulgar (33′ st) s.v. – 15′ di gioco per riprendere confidenza col campo dopo la sindrome influenzale.
Torosidis (42′ st) s.v. – Giusto il tempo di toccare una volta il pallone.

Donadoni 6 – Nel primo tempo Bologna alla mercé del Benevento, poi arriva la qualità di giocatori sideralmente superiori.  Ma gioco troppo spesso assente e spettacolo latitante.

Abbattista e assistenti 6 – Direzione facile di una partita facile.

© Riproduzione Riservata