Sempre e Comunque
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

Lesione al semitendinoso per Destro, 2-3 settimane di stop

Calabresi il migliore, Destro e Orsolini dentro troppo tardi

Skorupski 6 – Baciato dalla fortuna al primo minuto, quando – ormai battuto – vede il pallone di Siligardi sbucciare il palo interno e rotolargli dietro lungo tutto lo specchio della porta. Il resto è noia.

Calabresi 6,5 – Sempre puntuale nelle chiusure, sempre a testa altra e propositivo con la palla tra i piedi, è per distacco il più dinamico della difesa.
Danilo 6 – Alla fine tiene in piedi la capanna, anche se con qualche affanno.
Helander 6 – Anticipa molte volte il suo dirimpettaio, e questo gli fa meritare la sufficienza.

Mbaye 5,5 – Cross inefficaci e una marea di palloni persi o sprecati. Si riscatta parzialmente nel finale, coprendo bene una fascia che comunque il Parma non aveva più molta forza per attaccare.
Dzemaili 5 – Non dimentichiamo gli otto gol che ci salvarono due stagioni fa, ma il tempo della gratitudine è finito da un pezzo. A questi livelli in Serie A non ci si può esprimere, figurarsi in una squadra si deve salvare. La colpa non è sua ma di chi continua a mandarlo in campo.
Nagy 5 – L’immagine più frequente che offre è: pallone stoppato con la suola, piroetta su di esso e appoggio sbagliato.
Svanberg 5,5 – Non incide, anche se dei tre in mediana sembra quello più lucido e con più gamba.
Mattiello 5,5 – Sei un cursore nel 3-5-2? Bene, allora dacci la gioia di un cross. Non dico di un assist, ma almeno di un cross vero. In un’altra vita, forse.

Santander 5,5 – Difficile pretendere che faccia gol da cinquanta metri, il baricentro medio in cui lo si vede difendere il catenaccione di Inzaghi, come un francese a Verdun.
Palacio 6 – Commovente vedere i suoi – quasi – 37 anni buttarsi in avanti fino al novantesimo. È l’unico a segnalarsi là davanti, non per le occasioni ma almeno per la presenza.

Orsolini (23′ st) 5,5 – Stavolta l’impatto sulla gara è quasi controproducente. Ma anche in questo caso, come in quello di Dzemaili, non è colpa sua se vede il campo quando la clessidra è ormai agli sgoccioli.
Destro (34′ st) 6 – Dieci minuti d’orologio (Inzaghi gli aveva preconizzato almeno mezz’ora) ma un approccio positivo, volenteroso. E che altro si può chiedere ad uno che tra un mese non giocherà più qui?

Inzaghi 5,5 – A forza di pareggi lui salverà la panchina per un po’, ma noi andremo serenamente a giocare in laguna, cosa persino desiderabile rispetto al livello di gioco visto fin qui. Un calcio irricevibile per chiunque paghi un biglietto.

Arbitro Abisso e assistenti 6 – Partita di facile gestione. Un po’ severe ma tutte corrette le ammonizioni, gol di Calabresi giustamente annullato per fuorigioco.

© Riproduzione Riservata