Come a Roma c'è (quasi) solo il Bologna, ma i tre punti sono rossoneri

Come a Roma c’è (quasi) solo il Bologna, ma i tre punti sono rossoneri

Skorupski 6 – Ancora un po’ insicuro sulle uscite alte, ma anche decisivo con un paio di parate notevoli. Sul gol di Borini smanaccia come può la conclusione di Paquetá, resa velenosa da una deviazione di Lyanco.

Calabresi 6,5 – Non fa rimpiangere lo squalificato Mbaye, dimostrando di potersela giocare alla pari con lui.
Danilo 6,5 – Importantissimo nello scacchiere difensivo di Mihajlovic: quasi 35 anni e non sentirli, con tanta autorevolezza.
Lyanco 6,5 – Questo giovane centrale brasiliano promette molto bene, fortuna del Torino (a meno che…). Il futuro sembra suo, ma già oggi può essere inquadrato come leader.
Dijks 5,5 – Benissimo nella prima frazione, rifiata un po’ nella ripresa e rovina la pagella con una sciocca espulsione a tempo scaduto che forse gli costerà più di una giornata.

Pulgar 6 – Tanti palloni recuperati e smistati bene, un gran destro neutralizzato da Donnarumma, ma anche l’errore in ripartenza che porta al 2-0 rossonero.
Poli 6,5 – Corsa e grinta, come al solito, ma anche parecchia lucidità. Diffidato e ammonito, salterà il Parma.

Orsolini 5,5 – Sbaglia un gol importante che avrebbe portato i rossoblù in vantaggio, senza servire il liberissimo Palacio. In generale, una prova al di sotto dei suoi recenti standard.
Svanberg 6 – Chiamato a sostituire Soriano (compito non facile), combatte e va anche vicino alla rete nel primo tempo. Difficile chiedergli di più, dopo un lungo periodo in panchina.
Sansone 6 – Meriterebbe l’insufficienza per l’ingenua espulsione rimediata nel finale, ma con i suoi guizzi si rende spesso pericoloso e l’assist per il gol di Destro è splendido.

Palacio 6,5 – Si fa trovare ovunque e ci mette la solita dose di qualità. Sullo 0-0 segna anche, ma un altro fuorigioco millimetrico non gli permette di esultare.

Destro (18′ st) 7 – Un altro gol da bomber vero e la consapevolezza che, con lui in campo, il Bologna avrebbe sicuramente qualche punto in più. Bravo Inzaghi, avevi capito tutto…
Edera (35′ st) 6,5 – Gioca appena un quarto d’ora ma va vicinissimo al 2-2, cancellato da un miracolo di Donnarumma.
Santander (41′ st) 6 – Difesa del pallone alla sua maniera e due ottime sponde, una per Poli e una per Palacio.

Mihajlovic 6 – La prepara bene e il Bologna la gioca altrettanto bene, a volte però l’esito di un match sembra scritto e alla fine esci sconfitto senza meritarlo. Ora sotto con il Parma, senza nessuna ansia.

Arbitro Di Bello e assistenti 6 – Un po’ severo il direttore di gara, ma il suo metro di giudizio è equo: pugno di ferro da una parte e dall’altra.

© Riproduzione Riservata

Foto: bolognafc.it