Sempre e Comunque
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

Prosegue la riabilitazione di Destro, Gastaldello e Maietta, lavoro specifico per Rizzo

Destro prende per mano un Bologna brutto ma cinico

Da Costa 6 – Si congeda dal ruolo di titolare (dalla prossima, con l’Atalanta, tornerà Mirante) con una prestazione delle sue. Decisivo a cinque dal termine, sul gol che poteva valere l’inizio della rimonta siciliana.

Torosidis 6 – Due disattenzioni nel finale che però, grazie al risultato, non ne macchiano una prova tutto sommato sufficiente. Gli viene perdonato un fallo in area su Sallai. poi a cinque minuti dalla fine perde un uomo lasciandolo a tu per tu con Da Costa.
Gastaldelo 5 – Ci siamo dimenticati una elle nel cognome. E allora? Lui dimentica Bruno Henrique e spalanca la porta al Palermo per il primo gol.
Maietta 6,5 – Torna dopo lungo infortunio e si vede. Il leader della difesa e della squadra è lui. A quando la fascia da capitano?
Masina 6,5 – Meglio dell’ultimo Masina, per propositività e tempi di reazione. Qualche diagonale persa, ma tiene.

Dzemaili 6,5 – Tanti palloni buttati, fino al gol che vale i tre punti. Il motore è sempre acceso, ma non gira sempre come dovrebbe. Poi il colpo vincente. E la pagella cambia faccia.
Viviani 7 – La sorpresa: l’ultima volta da regista, contro la Roma, non aveva brillato. Col Palermo detta lanci precisi e ispira il colpo di testa di Destro, che vale l’1-1. E poi sigilla su punizione i tre punti. Difficilmente Donadoni lo potrà togliere.
Nagy 6 – Un po’ invisibile. Non è sempre un male, ma incide di più da regista che da mezzala.

Rizzo 6 – Non sempre banale, come di solito era, in questo anno e mezzo in rossoblù. Cavalca la fascia con determinazione. Un po’ spreca, ma è nelle cose.
Destro 7,5 – Un colpo di testa, un gol. Un altro tocco, ecco un assist (per Dzemaili). Il suo ritorno in forma (anche fisica) si vede ed è, nella dimensione che ha il Bologna oggi, determinante.
Krejci 5 – Un gol divorato (il terzo identico in tre diversi incontri) a tu per tu con Posavec. L’avrà pure cercato il Milan, come sostengono le sirene del mercato, ma di sicuro oggi non è nemmeno da Bologna.

Taider (dal 28’ st) s.v. – Solo la presenza, a partita chiusa.
Pulgar (dal 36’ st) s.v. – Appena entrato probabilmente commette un fallo da rigore ma viene graziato dalla posizione in fuorigioco dell’attaccante del Palermo.
Okwonkwo (dal 44’ st) s.v. – Il debutto di un giovane talento nigeriano diciottenne. Il tempo è dalla sua.

Donadoni 6 – Un brutto Bologna, forse tra i peggiori visti in questo campionato ma lo sparring partner è davvero poca cosa. Un paio di scelte non riusciamo a comprenderle, Donsah e Mounier dove sono finiti?

Arbitro Russo e assistenti 5,5 – In un paio ci circostanze il Bologna viene trattato bene, e questa di per sé è già una notizia. Rimane però una prestazione non sufficiente, proprio in virtù di queste sviste a svantaggio dei rosanero.

© Riproduzione Riservata