Destro:

Dijks indomabile, Pulgar glaciale, Destro bomber vero: con Mihajlovic ritmo da Europa League

Skorupski 6 – Molto bravo in un paio di circostanze, potrebbe forse fare di più sul tiro di Boga, potente ma sul suo palo.

Mbaye 6,5 – Attento, diligente, mai in difficoltà. Il giovane senegalese si è guadagnato il posto da titolare con pieno merito.
Danilo 6 – Una partita attenta leggermente sporcata solo in occasione della rete ospite, quando si fa beffare alle spalle da Boga.
Helander 6,5 – Molto più pulito del solito palla al piede, puntuale in tutte le chiusure. Si riscatta dopo un periodo difficile.
Dijks 6,5 – Trascinatore puro. Forza da vendere, non si arrende mai, l’olandese è una ‘scoperta’ di Mihajlovic.

Dzemaili 6 – Lo svizzero pian piano sta ritrovando la giusta forma, seppur possa dare molto di più.
Poli 6 – Un po’ troppo arruffone e impreciso in alcuni frangenti, ma comunque la sua presenza si sente.

Orsolini 6,5 – Nel primo tempo sbaglia tanto, nella ripresa migliora e si riscatta pienamente con il perfetto corner per il 2-1 di Destro.
Soriano 5,5 – Si accende solo ad intermittenza. E se non entra pienamente in partita lui, per il Bologna le cose si complicano.
Sansone 5,5 – Sottotono come il suo amico Soriano, sembra essere un giocatore più da trasferta. Nel primo tempo sbaglia un gol facile dopo essersi liberato bene.

Palacio 6 – Non impeccabile come al solito, specialmente in occasione del 2-0 fallito a tu per tu con Consigli. Però sul rigore dell’1-0 c’è il suo zampino. E quanta corsa, quanto sacrificio, quante giocate intelligenti.

Pulgar (21′ st) 7 – Entra e pronti via realizza il suo terzo gol consecutivo su rigore. Freddezza disarmante.
Donsah (39′ st) 6 – Dispiace vederlo giocare così poco, ma tornerà utile alla causa.
Destro (47′ st) 9 – Stai a vedere che il Bologna lo salva (anche) lui… Un piacere personale immenso, da estimatore del numero 22. Chi sa fare gol non disimpara mai.

Mihajlovic 8 – Terza vittoria consecutiva, Bologna fuori dalla zona retrocessione e passo da Europa League. Chiedere di più è impossibile. Serviva un miracolo, un passo alla volta il serbo ci sta riuscendo.

Arbitro Guida e assistenti 6,5 – Una partita vibrante diretta con il piglio giusto, tutte le decisioni prese sembrano corrette. Fondamentale − e impeccabile – il supporto del VAR.

© Riproduzione Riservata