Sempre e Comunque
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

Due lampi nel buio di Santander e Calabresi regalano un pari insperato

Due lampi nel buio di Santander e Calabresi regalano un pari insperato

Skorupski 6 – Contro i tiri di Iago Falque e Baselli può solo imprecare, nelle altre occasioni si fa quasi sempre trovare pronto.

Calabresi 6,5 – Ordinato come centrale, coraggioso come terzino, chirurgico nelle vesti di bomber improvvisato. Ha 22 anni, e fino a sei mesi fa giocava in Serie B. Il futuro è suo.
Danilo 5,5 – Guida per un tempo una difesa traballante, quando esce non si avverte più di tanto la differenza. A fine estate, le aspettative nei suoi confronti erano ben altre.
Helander 5 – Iago lo fa dannare, gli viene assegnata la prima impostazione e spesso sbaglia. Il peggiore.

Mbaye 5,5 – Si incarta sistematicamente su se stesso in difesa, in fase di spinta non lo si vede mai. Reclamare più spazio ha senso solo se quando lo si ottiene si dimostra di meritarlo.
Nagy 5 – Perde sulla linea di fondo un pallone suicida che porta al gol di Baselli, a suggello di una prestazione impalpabile.
Poli 5,5 – Qualcosa in fase di interdizione, pressoché nullo nell’impostazione e negli inserimenti. Menzione d’onore per la scelta di restare in campo anche con la tenaglia dei crampi.
Orsolini 6 – Ha sicuramente tanta voglia, chiede palla tra le linee e prova a inventare qualcosa. Sbaglia troppo spesso l’ultima giocata fino al l’assist per Calabresi, con cui riscatta quella che sarebbe stata una prestazione da ‘vorrei ma non riesco’.
Dijks 5 – Lontano parente del fluidificante ammirato a inizio stagione. Nel secondo tempo viene addirittura spostato fuori ruolo, e non può che risentirne.

Palacio 6 – Tenta qualche strappo e come al solito quando gioca lui la palla la differenza si nota. Palo determinante che poi permette a Santander di segnare la rete che accorcia le distanze.
Santander 6 – Sono stati versati fiumi di inchiostro sull’unico giocatore ineccepibile, fosse anche solo per l’atteggiamento. Fa a spallate, si impegna in uno strenuo pressing solitario e butta in rete l’unica mezza palla utile.

Svanberg (1′ st) 6 – Sempre molto ordinato, interessanti le sue letture. Potrebbe essere un po’ più coraggioso, ma ha tutto il tempo per imparare.
Gonzalez (17′ st) 6 – Fa il suo, entrando in un momento non facile, e lo fa bene.
Falcinelli (33′ st) 5 – È veramente entrato in campo o è solo uscito Palacio?

Inzaghi 5 – Sta faticando più del previsto a trasmettere la sua idea di calcio, ed è comprensibile se questa prevede cambiare tre moduli nel corso della partita. Non gli si può dire nulla dal punto di vista caratteriale. C’è ancora tanto da lavorare.

Arbitro Banti e assistenti 5,5 – A quasi mezzora dalla fine ci sarebbe potuto stare un secondo giallo a Baselli. Per il resto, una gestione sufficiente.

© Riproduzione Riservata