Sempre e Comunque
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

Gastaldello-Tomovic, due pesi e due misure

Gastaldello la combina ancora grossa poi ci pensa Valeri

Da Costa 6 – Un tocco impercettibile ma decisivo sposta la palla sulla traversa. Sul doppio rigore ripetuto di Kalinic si fa sorprendere due volte. Salva su Cristoforo all’86’.

Mbaye 6 – Il migliore della difesa. Su di lui un contrasto piede a martello che Valeri giudica innocente mimando “palla”, quando invece la caviglia del nigeriano viene totalmente piegata dall’avversario in contrasto.
Gastaldello 4 – La seconda espulsione di stagione, stavolta non per proteste ma per fallo da ultimo uomo su Kalinic. E pensare che fino a quattro anni fa, non aveva mai ricevuto un rosso in vita sua.
Helander 5,5 – Alterna buoni spunti (come un paio di provvidenziali chiusure su Kalinic nella ripresa) a preoccupanti amnesie. Con la palla tra i piedi dà l’impressione d’essere un pericolo per i compagni. Può crescere. E deve, perché la prossima gara a Roma sarà senza Gastaldello e Maietta.
Masina 5,5 – Capita che i suoi dirimpettai passino dalla sua fascia col Telepass. Capita anche che si proietti con profitto in attacco. Ma è ancora lontano dalla forma minima che gli si richiede.

Dzemaili 6 – Più opaco del solito, complice la partita dispendiosa cui è chiamato dopo l’espulsione di Gastaldello. Per venti minuti gioca da centrale difensivo e comunque se la cava. Suo l’unico tiro in porta.
Pulgar 5,5 – Un importante passo indietro rispetto la prova di Verona. Il cileno sembra molto affaticato nonostante dimostri di dare del tu al pallone.
Taider 5,5 – Meno incisivo di come ci ha abituati di recente, ma sempre prezioso in quantità e pressione sugli avversari. Se il Bologna non capitola in dieci è anche merito suo.

Verdi s.v. –  Otto minuti di ribalta, prima del fallo (non sanzionato) di Borja Valero che lo costringe ad uscire in barella.
Floccari 5 – Si spende in aiuto dei compagni ma è totalmente assente dove conta, ovvero sotto porta. Mai un guizzo, mai un tiro. Difficile sostituire Destro in questo modo.
Krejci 6 – Uno degli ultimi ad arrendersi. Un paio di cross interessanti, tanta, tantissima corsa sulla fascia fino all’ultimissimo minuto.

Rizzo (dal 10’ pt) 6 – Un buon intervento difensivo su Kalinic, poi nel finale, viene impiegato un pò ovunque sulla fascia destra disimpegnandosi come meglio può.
Sadiq (dal 13’ st) 5 – Non ne azzecca una. Ad oggi molto deludente.
Di Francesco (dal 31’ st) s.v. – In pratica non tocca un pallone.

Donadoni 6 – Complicato dare un voto al tecnico quando di mezzo c’è un direttore di gara troppo generoso con gli avversari, e ancora una volta dovendosi giocare la partita in disparità numerica. Il Bologna comunque non sa più vincere ma soprattutto non tira in porta.

Arbitro Valeri e assistenti 4 – Il rigore c’è ma da lì in poi inizia una caccia a maglie rossoblù con cartellini su cartellini. C’è un fallo da espulsione clamoroso su Mbaye che Valeri fa finta di non vedere: questo succede quando nessuno della società si fa sentire in Lega.

© Riproduzione Riservata