Gonzalez rovina i piani del Bologna, i tre cambi si fanno preferire ai titolari

Gonzalez rovina i piani del Bologna, i tre cambi si fanno preferire ai titolari

Mirante 6 – Nella selva di gambe è impossibile opporsi al siluro di Grassi, preciso e micidiale.

De Maio 5,5 – Attento nelle chiusure, ma in velocità si fa quasi sempre superare.
Gonzalez 4 – Al 10′ dovrebbe avere la lucidità di lasciar arrivare Antenucci in porta, salvando la squadra non dal gol ma almeno dall’inferiorità numerica. Un rosso che facilita la vita alla Spal.
Helander 5,5 – Meno peggio dei due colleghi, ma è responsabile dell’uscita maldestra che avvia la corsa di Antenucci e il susseguente rosso a Gonzalez.

Di Francesco 5,5 – Si sacrifica molto ripiegando all’indietro, tenta qualche sortita in velocità ma con scarsi profitti.
Poli s.v. – Donadoni dovrà spiegare perché un giocatore acciaccato e con un solo allenamento vero in settimana parte titolare su un campo che sembra una palude. Otto minuti ed è rotto.
Pulgar 6,5 – Ordine, recuperi, disciplina. Il migliore per distacco.
Dzemaili 5,5 – Opaco una settimana fa sulla trequarti, opaco oggi nel suo ruolo naturale di mezzala.
Masina 5,5 – Regala l’angolo da cui nasce il gol di Grassi e nel complesso perde il duello con Lazzari.

Verdi 5 – Qualche sfuriata offensiva nel primo tempo, poi Donadoni capisce che non è la sua partita.
Destro 4 – Un errore clamoroso a due passi dalla porta e a due secondi dalla fine.

Donsah (8′ pt) 6 – Entra a freddo beccandosi un giallo/arancione, poi fa il terzino aggiunto. E lo fa bene.
Avenatti (14′ st) 6 – Con la sua stazza aiuta la squadra a guadagnare qualche metro.
Orsolini (33′ st) 6 – Porta vivacità e offre a Destro un cioccolatino che il centravanti si divora nel modo peggiore.

Donadoni 5 – Poli, perché? Ma a parte questo, come si fa a non tirare mai in porta contro una squadra che in casa non vinceva da quattro mesi?

Arbitro Rocchi e assistenti 6 – Giusto il rosso a Gonzalez, che interrompe una chiara occasione da gol. L’arbitro lascia un po’ troppo correre e il match si incattivisce, ma le ammonizioni sono tutte corrette.

© Riproduzione Riservata