Il Bologna macina l'Empoli, Orsolini al sesto sigillo

Il Bologna macina l’Empoli, Orsolini al sesto sigillo

Skorupski 5 – Diciamo che, nella festa generale, lui è quello che prova a rovinarla, con un piazzamento malaccorto sul tiro-cross di Pajac e una respinta suicida su Krunic che, non fosse per la giornata da incubo di Farias, poteva tramutarsi nel colpo dello 0-2. Per fortuna là davanti han continuato a festeggiare coi gol.

Mbaye 6 – Guarda un po’ troppo alla leggera l’incedere di Pajac sul primo e unico gol empolese. Poi si riscatta con una prestazione applicata delle sue, senza mai esser magnifico, ma almeno utile alla causa sì.
Danilo 6,5 – Imbriglia Caputo e le vacue speranze dell’Empoli di pareggiarla. Perno insostituibile della difesa.
Lyanco 6,5 – Si scriva sul marmo: da quando c’è lui, la difesa ha cambiato volto. Nel Bologna di Inzaghi giocava sempre Helander. Da quando lo svedese è uscito di scena, in favore del carneade brasiliano, tutto ha preso un’altra piega: un caso?
Dijks 6,5 – Un motore infaticabile sulla fascia, dove galoppa a testa alta, servendo palle non sempre irresistibili ma spesso pericolose. Le sovrapposizioni con Sansone imbambolano l’Empoli e contribuiscono al risultato finale.

Pulgar 6 – Meno lucido del solito, dopo sette partite giocate a ritmo Mondiale (ne sarà un protagonista, di questo passo). Mihajlovic lo toglie prima del tempo, vedendolo un po’ in calo di zuccheri.
Dzemaili 6,5 –
Non trova più il gol dalla notte dei tempi, ma se questo è lo Dzemaili abituale si può far la firma. Rivitalizzato da Mihajlovic, offre un contributo di personalità fondamentale.

Orsolini 7,5 – L’errore che offre a Pajac palla e agio per il tiro è ampiamente condonato dal gol-salvezza, che lo riporta in cima nella lista dei capocannonieri di squadra. Prestazione davvero importante, e il suo tiro da fuori sta diventando letale come quelli dei big.
Soriano 7 – Trova la seconda rete stagionale con un colpo di testa che spiana subito la trama del secondo tempo. Gol pesante, cercato e ottenuto. Sufficiente per meritare il riscatto dal Villarreal? Servirà comunque qualcosa in più.
Sansone 7 – Affonda il gol del 3-1 e corona una prestazione più ordinata e continua delle ultime, influendo sulla partita dall’inizio alla fine. Suo anche l’assist per la testa di Soriano.

Palacio 6,5 – Nella ripresa trova una rete da giocatore di biliardo, ma il VAR annulla. Peccato, sarebbe stato il suo primo gol al Dall’Ara.

Santander (27′ st) 6 – Fa a spallate al posto di Palacio, cercando di entrare nelle trame di una partita che altri hanno già apparecchiato. Il suo peso, comunque, si fa sentire.
Poli (34′ st) 6 – Entra al posto di Pulgar e tre minuti dopo il Bologna segna.
Krejci (48′ st) 6,5 – Appena entrato, serve l’assist capitalizzato da Sansone

Mihajlovic 10 – Un po’ di numeri: quinta vittoria consecutiva in casa, settima in tredici partite, 1,76 di media a gara. La curva ne chiede la riconferma a gran voce. A Saputo toccherà esaudire un desiderio non solo legittimo, ma fondamentale per il rilancio di un progetto fin qui languente.

Arbitro Valeri e assistenti 6 – Annullato un gol a Palacio per un capello fuori posto dell’attaccante argentino (il che è tutto dire), il VAR però non perdona. L’Empoli si lamenta, ma non sembrano esserci errori tali da condizionare il risultato.

© Riproduzione Riservata