Sempre e Comunque
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

Il Bologna si sveglia a 10 dalla fine

Mirante, 6: Chiamato in causa poche volte, non può nulla sulle reti di Perisic e D’Ambrosio – Mbaye, 5: Dalla sua parte i maggiori pericoli, impreciso negli appoggi e piuttosto prevedibile – Gastaldello, 6,5: Grandissima la prova del capitano rossoblù, che tiene testa senza sbavature alle scorribande dei padroni di casa – Maietta, 6,5: Qualche errorino in più rispetto al compagno di reparto lo commette, ma resta comunque una prova maiuscola – Masina, 5: Ci è sembrato sulle gambe e facile da aggirare in corsa. Più volte il diretto avversario gli sfugge facilmente.

Donsah, 5,5: Spedisce a lato una ghiottissima palla servitagli da Giaccherini. Anche il ghanese sembra essere in debito di ossigeno – Diawara, 5: Forse la peggior partita del giovanissimo colored, che si sveglia solo negli ultimi dieci di gioco – Taider, 5,5: Non si arrende fino alla fine ma sono troppi gli errori commessi a centrocampo.

Rizzo, 6: Comincia bene, poi una lunga flessione per poi rientrare in carreggiata, anche grazie all’assist della rete di Brienza – Destro, ng: Esce dopo appena 17’ di gioco per un pestone – Giaccherini, 5: Anche Giack sembra giù fisicamente e lo si nota palesemente quando lanciato da solo a rete si fa recuperare dai difensori sui quali era in vantaggio.

Floccari, 4,5: Approccio sbagliato, prestazione molto negativa. Dovrebbe aiutare a far salire la squadra, non la vede quasi mai.

Zuniga, 6: Sufficienza sperando il recupero sia definitivo.

Brienza, 6,5: Un gol, e che gol. Il suo ingresso in un Bologna così povero di idee e iniziative, sarebbe servito molto prima.

Donadoni, 5: Ognuno ha la propria visione della partita ma a nostro avviso manda il Bologna in campo con il solo intento di non prenderle. Troppo facile poi immaginare che un gol sarebbe arrivato giocando contro una squadra come l’Inter. Questa sera le colpe sono sue, forse la più brutta prestazione di una squadra apparsa rinunciataria e molle mentalmente.

© Riproduzione Riservata