Il pagellone 2018-2019 del Bologna: Orsolini e Pulgar al top, Mihajlovic ribalta tutto e fa emergere il reale valore della squadra

Sul finire del primo weekend senza campionato, chiuso una settimana fa dal Bologna al decimo posto con 44 punti (record dell’era Saputo dal ritorno in Serie A), ecco i miei voti per la stagione 2018-2019, corredati da una definizione flash che va a sintetizzare l’operato di ciascun protagonista rossoblù:

PORTIERI
Da Costa n.g. – COLLANTE
Pirana n.g. – BIMBO
Santurro n.g. – SPETTATORE
Skorupski 6 – RODAGGIO

DIFENSORI
Calabresi 6 – SOTTOVALUTATO
Corbo n.g. – STIMMATE
Danilo 7 – COMANDANTE
De Maio (ceduto a gennaio) 5 – FUORI POSTO
Dijks 7 – NEW HOLLAND
Gonzalez (ceduto ad aprile) 5,5 – SOLDATO
Helander 5,5 – CAPRO ESPIATORIO
Lyanco (acquistato a gennaio) 7 – SAMBA
Mattiello 5 – PROVVIDENZA
Mbaye 6,5 – CONTINUO
Paz n.g. – CASPER

CENTROCAMPISTI
Donsah n.g. – TENEREZZA
Dzemaili 6,5 – DIESEL
Krejci 6 – JOLLY
Nagy 5,5 – CERBIATTO
Poli 7 – HIGHLANDER
Pulgar 8 – ARMA LETALE
Soriano (acquistato a gennaio) 6,5 – AGO DELLA BILANCIA
Svanberg 6 – PROMESSA
Valencia n.g. – COMPARSA

ATTACCANTI
Destro 6,5 – GOL
Edera 6 – VIRGULTO
Falcinelli 5 – (I CAN’T GET NO) SATISFACTION
Okwonkwo (ceduto a febbraio) n.g. – FLIPPER
Orsolini 8 – GRIZZLY
Palacio 7,5 – «SEMBRAVA MARADONA»
Sansone (acquistato a gennaio) 6,5 – MINA VAGANTE
Santander 7 – LEONE

ALLENATORE
Inzaghi F. (esonerato a gennaio) 4 – NOVELLINO
Mihajlovic (assunto a gennaio) 10 – БОГ

SOCIETÀ
Bigon 6 – RISCATTO
Di Vaio 6 – BERSAGLIO
Fenucci 6 – SPALLE LARGHE
Saputo 6 – «MAI PIÙ»

© Riproduzione Riservata